Recupero Password
Progetto di riqualificazione: speranze degli amministratori e inquietudini dei residenti
15 ottobre 2007

Un passo avanti verso lo sviluppo della zona Madonna dei Martiri è stato finalmente compiuto con l'approvazione all'unanimità del Pirp (programma integrato di riqualificazione delle periferie) nella seduta del consiglio comunale del 7 maggio. Si è attualmente in attesa della graduatoria. Molfetta, insieme ad altre 80 città concorrenti, ha partecipato al bando di concorso che la Regione Puglia ha indetto e, se si collocherà tra le prime venticinque proposte, potrà ricevere i 4 milioni di euro stanziati come finanziamento per lavori. Tutta l'area compresa tra il mercato ortofrutticolo e la Basilica sarà direttamente interessata: “abbiamo previsto la costruzione di alberghi e locali destinati ad uso commerciale nella zona antistante il Viale dei Crociati – ci spiega l'arch. Lazzaro Pappagallo che si è occupato insieme all'ing. Rocco Altomare della formulazione del progetto –. Verranno inoltre abbattute e riedificate, sempre nello stesso, quartiere tre palazzine IACP al posto delle quali sorgerà una grande piazza e una zona riservata a parcheggi”. E non solo. Si è ipotizzata la costruzione di un parco pubblico e la creazione di una pista ciclabile alle spalle dell'ospedaletto dei Crociati, che potranno facilmente costituire una alternativa alla strada per i bambini del quartiere. Ma i residenti non sembrano essere molto entusiasti. È comune l'inquietudine e l'ansia: temono di esser sfrattati dai propri appartamenti nonostante i numerosi incontri con il Comune e il sindacato Sunia nei quali si è voluto precisare che l'abbattimento delle palazzine 12, 13, 14 e 15 avverrà in seguito alla costruzione e ultimazione dei nuovi edifici, che sorgeranno dove oggi ci sono i vecchi capannoni De Lillo. Ma servirà davvero solo la costruzione di una piazza a cambiare la situazione di degrado della zona? Quanto ha inciso sulla scelta di questo quartiere, fra quelli periferici, il progetto del nuovo porto? Come si coniugheranno le esigenze di vita con i traffici commerciali che qui si svolgeranno? I tecnici non possono darci queste risposte e non possiamo far altro che aspettare la fine dell'anno per la pubblicazione delle graduatorie e sperare in un miglioramento reale dell'ambiente e delle condizioni di vita generali.
Autore: Serenella D'Ingeo
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet