Recupero Password
Pallavolo, il PalaPoli è pronto ad accogliere la quotata Città di Castello
24 settembre 2011

MOLFETTA - “Iniziamo col botto”. Non ha tutti i torti Francesco Mattioli, che  recitava queste testuali parole qualche giorno fa. La Gherardi SVI Città  di Castello è una corazzata vera e propria, non c’è altro modo di  definirla. Certo, parliamo di serie A, ma il team allestito da coach  *Andrea Radici* e dal presidente *Joan Arveno* è il primo vero ostacolo  che si frappone fra la Nuova Pallavolo Molfetta e la salvezza. Non  stiamo parlando di un match qualunque: i curricula dei nostri avversari  sono eloquenti.
Fare punti, questo è il nostro chiodo fisso, non  lasciare nulla al caso, sorprendere sul campo, giocarcela con freddezza,  senza farci intimorire.  Alla corte di Radici tanti sono i nomi ben noti agli appassionati di  volley, partendo dalla coppia di schiacciatori *Simone Rosalba* e  *Leondino Giombini*. Il primo ha alle spalle 19 stagioni in serie A e  4752 punti totali racimolati, senza trascurare il titolo di miglior  giocatore, nel 2005, nella Coppa Italia di A1;il secondo, classe ’75,  vanta 18 stagioni in A1 e 3 in A2, 6467 punti conseguiti in serie A, e  tutto il realizzabile: World League, Supercoppa Europea, Coppa CEV,  Coppa dei Campioni.  Non finisce qui. Città di Castello annovera, fra i suoi atleti, il  ventinovenne finlandese *Jukka Lehtonen*,**centrale, vera sorpresa di  mercato, perché proveniente dalla Lega Finlandese, dalla quale riceve  perfino il riconoscimento come miglior muro della massima categoria, nel  2007 e nel 2008, insomma, un osso duro. Al comparto centrali si  aggiungono anche il ventunenne *Matteo Piano* (dalle selezioni nazionali  under 23 di Lega), *Cristian Vigilante*, un passato di 7 campionati di  serie A, e infine *Giovanni di Benedetto*. 
Oltre alla coppia Rosalba-Giombini, la schiera dei laterali si  arricchisce di altri assi nella manica a disposizione di mister Radici.  *Sergio Noda Blanco*, classe ’87, è uno di quelli che tanto farà parlare  di sé: cubano di nascita, è al terzo anno consecutivo nella serie A  italiana (due a Santa Croce e quest’ultimo a Città di Castello). Stesso  ruolo per *Claudio Nardi*, evergreen della pallavolo italiana, classe  ’65, habitué della categoria, con 10 stagioni all’attivo, fra A1 e A2, e  *Alessandro Dordei*, ventiduenne romano, reduce dall’esperienza sarda a  Sant’Antioco. 
La regia dell’organico è affidata agli esperti *Marco Visentin*, una  vita sui parquet nazionali, fra Treviso e Loreto (A1 e A2), e *Simone  Marini*, classe ’78, palleggiatore ormai noto al pubblico castellano. A  completare l’organico, il libero *Roberto Romiti*.  Un inizio in salita può rappresentare uno svantaggio, ma anche un  incentivo: a Molfetta non manca certo l’entusiasmo e la motivazione. Il  fattore campo, inoltre, a questi livelli, incide e non poco sulle  prestazioni individuali degli atleti. Il pubblico molfettese si farà  sentire, ha fame di vittoria, e può davvero condizionare la riuscita del  match. Il “settimo uomo in campo” dunque, non è solo una formula per  infuocare gli animi di chi assiste allo spettacolo che domenica andrà in  scena, ma è davvero il compito che spetta al pubblico biancorosso.  Certo, non si dica che il compito non sia arduo, anzi, un’armata simile  intimidisce e allarma, anche il pubblico. Ma, riprendendo le  dichiarazioni di Francesco Mattioli, non esistono partite agevoli in  serie A, ognuna ha la propria difficoltà e certo, Città di Castello ci  riserverà le sue. E’ anche vero che quando il gioco si fa duro, i duri  iniziano a giocare, e non c’è modo migliore di definire una circostanza  analoga. E, in tema di motti, “chi ben comincia è a metà dell’opera”. Si  cominci bene, dunque. E a partire da domenica.     

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet