Recupero Password
Medici di base, professionisti o scribacchini?
15 settembre 2005

Gentilissimo Direttore, avendo tempo fa espresso, su queste pagine, la mia opinione in merito allo scandalo truffa, medici di base - farmacisti, circa le prescrizioni fasulle di farmaci costosi a solo scopo di lucro, vengo a raccontarle di uno sconcertante episodio accaduto a una mia parente fraterna che per l'indifferenza o superficialità del suo medico di base, ora non è più al mondo con immenso dispiacere e disperazione di noi parenti più prossimi ma sopratutto di suo marito e dei suoi due figli senza più la loro mamma. Il titolo di questo mio scritto serve a scuotere la sensibilità di questi professionisti della medicina che talvolta dimenticano che la posta in gioco è la vita dei loro pazienti. Morire a quarantacinque anni per superficialità di chi è preposto a vegliare sulla salute dei propri pazienti affidatigli, dietro lauto compenso professionale, dal S.S.N. non è cosa irrilevante. Siamo arrivati a livelli di incoscienza deontologica che portano a visite mediche effettuate telefonicamente, prescrizione irresponsabile di farmaci previa richiesta telefonica e diagnosi da manuale senza elementi risultanti da analisi cliniche. Tutto ciò perchè gli utenti non sono tutelati abbastanza dal S.S.N. nei confronti dei medici di base dai quali talvolta bisogna subire le loro angherie e soprusi. Tengo a precisare che tutto ciò non vale per tutta la categoria che grazie a Dio comprende una maggioranza di bravi ed attenti professionisti che però peccano di poca umanità. Il mio grido di dolore porta a questo monito: a voi tutti professionisti della medicina, scendete per un attimo dall'alto della vostra altezzosità e diventate più saggi e umani, come facevano gli anziani saggi di una volta carichi di esperienza di vita. Lasciate le scritturazioni alle segretarie e preoccupatevi di capire meglio le esigenze dei pazienti. Meditate, Molfettesi... Meditate. Michele Pisani Padova Credo che quanto scrive nella sua lettera non possa essere non condiviso da tutti. La Sanità è, forse, con la giustizia e l'occupazione, uno dei problemi più grossi dell'Italia, che il prossimo governo dovrebbe cercare di risistemare, dopo lo sfascio che è stato compiuto finora.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet