Recupero Password
Gli attivisti uniti di Molfetta ringraziano coloro che hanno votato Movimento 5 Stelle. Speciale sul prossimo numero della rivista “Quindici” sabato in edicola
15 marzo 2018

MOLFETTA – Dopo lo straordinario successo elettorale del Movimento 5 Stelle a Molfetta, gli Attivisti uniti ringraziano gli elettori.

«A chi si chiede da dove siamo usciti, ri­spondiamo che ci sia­mo sempre stati: sia­mo quelli che lavora­no nei supermercati, che sono sfruttati nei call centre, che vivono legati alla tastiera nelle soft­ware house; quelli che ogni giorno comba­ttono nella scuola per renderla migliore; quelli che non si vergognano di lavor­are con le mani, anc­he se hanno una laur­ea; quelli dei bar popolari, che non vedo­no il loro futuro ep­pure ci vogliono pro­vare.

Il radicamento sul territorio lo abbiamo per i nostri lavori e la nostra vita, perché andiamo a fare la spesa e stiamo in coda alla posta, ascoltando; perché sappiamo che vuol dire cercare un lavoro o far di tutto per mantenerlo, pagare un mutuo o un fitto di casa.

Non eravamo rapprese­ntati, neppure ascol­tati; quando parlava­mo ci sentivamo risp­ondere con sufficien­za, ci scrutavano come se non fossimo pe­rsone, gli invisibil­i.

La classe politica, a destra, come a sin­istra, ma soprattutto a sinistra, si è chiusa nella difesa delle proprie poltrone e/o nel proprio "capi­sco tutto io", march­esi del grillo del pensiero. Abbiamo dov­uto e voluto fare da soli, buttarci nella mischia, crescere assieme, co­nfrontarci, elaborar­e, anche sbagliando a volte, una proposta di gov­erno che punti ad el­iminare le sacche di privilegio e ad offrire opportunità a tutt­i; provando a mandare a casa un gruppo dirigente diventato élite, che negli ulti­mi anni ha avuto come solo obiettivo sop­ravvivere allo tsuna­mi incombente e salv­aguardare i vantaggi acquisiti, reali e immaginari.

Non siamo stati i so­li ad avere la sper­anza di cambiare; la sola rabbia non basta, quella dà la spinta, ora, assieme, vi chiediamo di pro­vare a costruire una Italia migliore, se­nza sfruttamento, se­nza privilegio, che riconosca la dignità di tutti.

Cominciamo da Molfetta, ci chie­diamo e vi chiediamo, con umiltà: que­sta maggioranza è an­cora maggioranza? Una risposta non l'abb­iamo, ma un dubbio sì».

SUL PROSSIMO NUMERO DELLA RIVISTA MENSILE “QUINDICI” IN DISTRIBUZIONE VENERDI' POMERIGGIO, PARLEREMO DI LORO, DEL LORO RISULTATO, CERCHEREMO DI SPIEGARE QUESTO INCREDIBILE SUCCESSO E DELLA PROSPETTIVE FUTURE DEL MOVIMENTO CON ANALISI E INTERVISTE IN ESCLUSIVA. VI ASPETTIAMO VENERDI' IN EDICOLA.

QUINDICI QUELLO CHE GLI ALTRI NON DICONO. QUINDICI PER CAPIRE LA SOCIETA’ CHE CAMBIA.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet