Recupero Password
Crisi della pesca, Azzollini scrive al Ministero dell'Agricoltura: pagate gli aiuti
07 febbraio 2009

MOLFETTA - È urgente attivare immediatamente i provvedimenti di sostegno al settore della pesca e pagare quanto dovuto sia alle imprese che ai lavoratori. Lo ha affermato il sen. Antonio Azzollini, sindaco di Molfetta, riferendosi ai provvedimenti economici disposti a luglio scorso per fronteggiare la crisi del settore pesca. Il sindaco, in qualità di presidente della commissione permanente Bilancio al Senato, ha inviato una lettera al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali nella quale sollecita con urgenza il pagamento degli aiuti economici alle imprese della pesca che a luglio scorso furono interessate dal fermo biologico di emergenza. Il primo cittadino di Molfetta ha chiesto, inoltre, che si provveda immediatamente al pagamento delle corrispondenti indennità giornaliere (in misura pari ai minimi contrattuali) e degli oneri previdenziali ed assistenziali (previsti per legge) a favore anche degli equipaggi. Come è noto si tratta di provvedimenti urgenti già assunti dal Governo a luglio scorso in occasione della crisi che colpì il settore della marineria italiana. Una crisi causata dall'aumento del costo del gasolio e delle altre materie prime, a seguito della quale furono decise alcune misure a sostegno delle imprese e dei lavoratori del settore pesca. Lo stesso senatore Antonio Azzollini si era speso in prima persona nelle sedi governative per far sì che venissero presi tali provvedimenti. Le misure di sostegno alla pesca furono così adottate anche se «a tutt'oggi – scrive Azzollini nella missiva inviata al ministero – sebbene siano state da tempo ultimate e definite le procedure attuative e di verifica, non risultano ancora corrisposte le previste misure sociali di accompagnamento con il rischio di vanificare l'intervento di sostegno che, per le sue stesse caratteristiche e la sua efficacia, doveva essere immediato o per lo meno il più possibile tempestivo. Mi preme quindi – si legge ancora nella missiva – avere conoscenza degli ostacoli anche burocratici che hanno ritardato la erogazione delle misure e dei tempi previsti di definizione delle relative procedure.» Nella stessa lettera inviata al ministero, il sindaco di Molfetta sollecita l'applicazione con urgenza di tali aiuti per assicurare la sostenibilità economica delle imprese del settore.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""


Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet