Recupero Password
Bari, la Guardia di Finanza sequestra beni a due usurai
05 febbraio 2007

BARI - Militari della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Bari, in servizio presso la Tenenza di Gioia del Colle, stanno procedendo al sequestro anticipato, previsto dalla legislazione antimafia, di immobili, quote societarie, titoli azionari ed obbligazionari per un ammontare complessivo di oltre un milione di euro e dei saldi attivi bancari (in corso di quantificazione), nei confronti di due soggetti di Acquaviva delle Fonti (BA), di fatto gestori di una "finanziaria", ritenuti responsabili dei reati di usura e di abusivismo finanziario. L'operazione trae origine da complesse e strutturate indagini economico-finanziarie, durate circa due anni, che hanno consentito di ricostruire, nel dettaglio, le dinamiche di erogazione del credito ad opera di una società finanziaria abusiva che, con una movimentazione di oltre 3 milioni di euro, applicava, in modo sistematico, tassi usurari anche superiori al 100% su base annua, perlopiù in pregiudizio della PMI locale (artigiani, caseifici, etc.). Gli ingenti proventi, frutto dell'illecita pratica usuraria, quantificati in oltre 800 mila euro, sono stati recuperati a tassazione come "redditi illeciti di capitale derivanti da attività di usura", in applicazione della vigente Legge 24 Dicembre 1993, n. 537 sulla tassazione dei proventi illeciti. Bari, segnalati al prefetto 10 soggetti e sequestrati oltre 15 gr. di droghe leggere Militari della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Bari, in servizio presso il Gruppo P.I. (c.d. “Baschi Verdi”), nel quadro degli ordinari servizi di controllo del territorio e di pubblica utilità “117”, volti anche alla prevenzione e repressione dei traffici illeciti nel settore degli stupefacenti, durante lo scorso fine settimana hanno intensificato, con l'ausilio delle unità cinofile alla sede, i controlli all'esterno di alcuni locali pubblici e discoteche delle città di Bari e Bisceglie al fine di prevenire l'attività di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Al termine dell'attività di controllo, sono stati segnalati al Prefetto complessivamente 10 soggetti quali assuntori e sequestrati gr. 13 di hashish e gr. 2,5 di marijuana. Bari, sequestrati prodotti contraffatti Incessante l'attività dei militari della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Bari, in servizio presso il Gruppo alla sede, nel quadro degli ordinari servizi di controllo del territorio e di pubblica utilità "117", finalizzati anche alla repressione del fenomeno della contraffazione dei marchi e dei diritti d'autore hanno eseguito vari interventi nella zona centrale della città. Nel corso del primo controllo, i finanzieri durante il controllo di un'autovettura, condotta da un cittadino di nazionalità cinese, hanno sottoposto a sequestro, 12 articoli contraffatti (scarpe), riportanti il marchio “Nike”. Il responsabile è stato denunciato alla A.G. per i reati di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e contraffazione. Nei successivi controlli, in materia di diritti d'autore, sono stati posti sotto sequestro complessivamente 383 DVD e 44 CD suddivisi in musicali e films, illecitamente riprodotti e privi del marchio SIAE. I responsabili, di cui uno datosi ad una precipitosa fuga tra le numerose persone presenti, sono stati denunciati all'A.G. locale per violazione all'art. 648 C.P. e art. 171 ter Legge 633/41. Bari, sequestrati tabacchi esteri Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bari, in servizio presso il Gruppo alla sede – 1° Nucleo Operativo -, nel quadro degli ordinari servizi d'istituto effettuati nel porto di Bari e di quelli predisposti nel tratto costiero di competenza, sui mezzi commerciali e passeggeri in transito nel Porto di Bari da e verso paesi comunitari ed extracomunitari, hanno eseguito diverse operazioni nel settore dei tabacchi lavorati esteri. All'esito sono stati sequestrati complessivamente circa 13 kg di t.l.e. nei confronti di 5 soggetti (3 albanesi, 1 bulgaro e un cittadino kossovaro). Le sigarette sono state scoperte a seguito delle ispezioni di bagagli ed automezzi eseguite dai finanzieri in servizio di vigilanza doganale e riscontro merci sia presso l'ufficio viaggiatori dello scalo marittimo cittadino sia presso il varco “S.Vito” e “ della Vittoria”. I tributi relativi ai diritti di confine dei tabacchi sequestrati, infine, ammontano a circa 1.500 euro. Le sigarette sono state poste sotto sequestro e concentrate presso la locale dogana, mentre i responsabili sono stati segnalati alla Direzione Circoscrizione Doganale di Bari, in quanto per i reati di contrabbando aventi ad oggetto quantitativi di tabacchi lavorati non superiori a 10 chilogrammi convenzionali, punibili con la sola pena della multa, il trasgressore può estinguere il reato effettuando il pagamento di una multa come previsto dalla legge nr. 92/2001.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet