Recupero Password
REGIONANDO - Frisullo (Ds):la sospensione del decreto 56, continua il grande imbroglio
05 febbraio 2005

BARI - 5.2.2005 "Com'era facilmente prevedibile il centrodestra tenta di uscire indenne dalla figuraccia che si sta consumando sul decreto 56 prorogando la sospensione dei suoi effetti a dopo la conclusione della campagna elettorale - dice il consigliere regionale dei Ds, Sandro Frisullo (nella foto)-. Una colossale messa in scena che mette a nudo le contraddizioni di chi come l'Assessore Palese aveva sostenuto "che se la soluzione non fosse arrivata entro il 28 febbraio avrebbe dovuto il Parlamento dirimere l'intera questione". La singolare vicenda del decreto 56 s'arricchisce dell'ennesimo tentativo di contrabbandare in un successo del centrodestra quello che appare un vero e proprio flop. E' bene ricordare, infatti, che l'obiettivo esplicito dell'iniziativa del Presidente della G.R. era quello di modificare radicalmente il decreto 56 chiedendo la cancellazione e/o la sospensione dell'art.7 sino all'approvazione di un nuovo provvedimento sul federalismo fiscale. A tal fine era stata intrapresa la via giudiziaria (ricorso al TAR Lazio) si era fatto ricorso alla Corte Costituzionale e per ultimo erano venuti alla Fiera del Levante Ministri e Sottosegretari per assicurare un immediato provvedimento da parte del Governo Berlusconi; si era annunciato il lancio di una petizione popolare (risultata poi un clamoroso fallimento). Una ben orchestrata operazione propagandistica con un unico obiettivo di costruirsi l'immagine di difensore degli interessi della Puglia. Peccato che la Lega Nord abbia minacciato la crisi di Governo se avessero modificato il 56! Questo ha impedito che ci fosse una battaglia comune in occasione della finanziaria. La maggioranza di centrodestra ha infatti bocciato gli emendamenti presentati dai parlamentari del centrosinistra. Questa è la verità. Adesso ci si vanta dell'ulteriore proroga sino alla fine di aprile! Una cosa ridicola. Qui si gioca cinicamente con gli interessi della Puglia e del Mezzogiorno. Non si illudano Fitto e il suo governo di smarcarsi così dalle gravi responsabilità di un governo nordista che ha letteralmente cancellato il Mezzogiorno dalle priorità politiche e sociali del Paese".
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet