Recupero Password
Molfetta, messaggi di solidarietà al comandante della P.M. Gadaleta della Cgil e di Sel
22 novembre 2011

MOLFETTA – Ancora messaggi di solidarietà per il comandante della Polizia Municipale cap. Giuseppe Gadaleta (foto), dopo la notizia diffusa da “Quindici” del gesto intimidatorio con la rottura dei vetri della sua autovettura.

Ecco i messaggi della Cgil e di Sinistra Ecologia e Libertà (Sel):
 
«La Camera del Lavoro CGIL esprime solidarietà al Comandante Giuseppe Gadaleta, in qualità di operatore della sicurezza cittadina e come semplice lavoratore che ha come unica colpa quella di fare il suo lavoro, scrive Giuseppe Filannino, coordinatore della Cgil di Molfetta
Spiacevole dirlo ma in questa città sembra diventare colpa il comportamento normale e merito il comportamento immorale.
Ci chiediamo, pur sapendo, il perché la città stia scivolando giorno dopo giorno in una spirale di illegalità e violenza di antica memoria.
Bisogna dare segnali univoci e avere comportamenti che non si prestino ad ambiguità di vedute da parte di soggetti dediti al malaffare, tutti, e prima di tutti l'amministrazione comunale è tenuta a fare questo.
I cattivi esempi producono sempre cattive azioni, crediamo sia arrivata l'ora di un immediato cambiamento di uomini e metodi, senza se e senza ma. Speriamo che a Molfetta attracchi nuovamente la giustizia e la legalità e che una gigantesca draga ripulisca il tutto.
Siano Presidi della Legalità Civile ogni struttura pubblica o privata che agisce nel nostro territorio, sindacati, scuole, associazioni e partiti.
Uniti nello smascherare i fiancheggiatori dell'illegalità e nel dare sostegno e solidarietà a chiunque fa il proprio lavoro».
 
 
«Apprendiamo da organi di stampa il susseguirsi incessante di danneggiamenti e atti di criminalità che, oltre a colpire i cittadini, vengono indirizzati ai tutori dell’ordine pubblico, dice il comunicato di Sinistra Ecologia e Libertà, circolo di Molfetta -. Il Comandante della Polizia Municipale Giuseppe Gadaleta non è nuovo a subire in prima persona tali deprecabili azioni: a lui e a tutto il Corpo della Polizia Municipale esprimiamo piena solidarietà a sostegno del prezioso impegno che essi esercitano nel far rispettare le regole di convivenza civile per la nostra città. Siamo molto preoccupati circa il costante aumento di questo genere di episodi, che stanno rendendo Molfetta una sorta di “terra di nessuno” preda di veri e propri atti di prepotenza. Chiediamo all’Amministrazione del Sindaco Azzollini di adottare urgentemente provvedimenti incisivi nel contrastare fenomeni che evocano brutti ricordi per la nostra città e esortiamo a porre in essere azioni concrete in modo da non far sentire isolati quanti nell’esercizio del loro compito in difesa della legalità diventano facile bersaglio di gesti così vili».
 
E, stranamente, il sindaco Antonio Azzollini e l’amministrazione comunale di Molfetta tacciono ancora. Non una parola di solidarietà al Comandante della Polizia Municipale cap. Gadaleta.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet