Recupero Password
Molfetta, auto con tre giovani vola giù dal cavalcavia di Levante Per fortuna gli occupanti se la sarebbero cavata con poche contusioni
31 maggio 2006

MOLFETTA - Uno spaventoso incidente stradale, per fortuna senza gravi conseguenze, è avvenuto a Molfetta sul cavalcavia di Levante (nella foto), intorno alle 13 (un cronista di “Quindici” è arrivato sul posto alcuni minuti dopo): coinvolgendo un'auto con a bordo tre giovani, Michele Altamura, Cosimo Cecchini e Maurizio Rotolo. La vettura, una Peugeot 307, condotta da Altamura, viaggiava da via Berlinguer in direzione viale 25 aprile, è uscita di strada sfondando il guard rail ed è precipitata dal ponte, ha colpito un albero e ha terminato la sua corsa sul terreno, col tettuccio capovolto. Sono seguiti attimi di paura. Sul posto sono giunte subito le forze dell'ordine e i soccorsi. Per fortuna i giovani sono usciti da soli dall'auto visibilmente traumatizzati e sono stati tutti urgentemente trasportati in ospedale in ambulanza dopo aver ricevuto i primi soccorsi. I tre giovani sono giocatori di basket, Rotolo milita nella Virtus Molfetta, Altamura ha giocato nella stessa squadra per un breve periodo, mentre Cecchini fa parte di un'altra squadra locale. Non sono ancora chiare le circostanze e la stessa dinamica dell'incidente. Intanto sembra che i giovani se la siano cavata con poche contusioni e non dovrebbero aver subito danni seri, anche se saranno solo gli accertamenti medici a dire l'ultima parola sulle loro condizioni di salute.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""


Mi dispiace dover commentare quanto accaduto, ma mi sembra doveroso, visto il ruolo che ricopro nella VIRTUS MOLFETTA e pertanto vorrei fare qualche considerazione in merito all'accaduto: trovandomi in totale disaccordo sia il sig. Poli che il Sig. Panunzio su quanto detto dei miei atleti, perchè sarebbe più giusto conoscerli per capire che BRAVI anzi BRAVISSIMI ragazzi sono; Sarebbe stato giusto magari gurdarli negli occhi, come ho fatto io ieri, per capire quanto terrore ci fosse nei loro cuori; Sarebbe stato giusto fare una piccola autocritica considerando che tutti noi siamo stati giovani e sicuramente i sigg Poli e Panunzio qualche cavolata l'avranno fatta; E per finire sarebbe stato giusto da parte vs. informarvi, prima di sparare a zero, sulla dinamica dell'incidente e forse con molta serenità avreste compreso che non è stato frutto della velocità ma forse di una deprecabile conincidenza. Vi assicuro che io vivo ore ed ore insieme a questi ragazzi e vi posso assicurare che malgrado ormai sia luogo comune additarli come gioventù bruciata, forse forse hanno le idee molto più chiare di noi e fondamentalmente sono realmente BRAVISSIMI ragazzi. A proposito faccio un invito al sig poli in maniera veramente sincera; perchè non ci viene a trovare al Palapoli uno dei questi giorni???? Si renderà conto di persona di quanto le ho confermato. Grazie per l'attenzione e approfitto degli amici di quindici per RINGRAZIARE IL SIGNORE per quanto non accaduto. Leonardo Scardigno




Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet