Recupero Password
Hockey Club Molfetta choc: ceduto il forte difensore Antonio Turturro, esonerato mister Poli
25 gennaio 2007

MOLFETTA -Ennesimo terremoto per l'Hockey Club Molfetta. Dopo il match contro la capolista Bassano Hockey 54, la Promove ha perso in un sol colpo due colonne portanti del team della promozione in A1. La società ha infatti ceduto a titolo definitivo il forte difensore giovinazzese Antonio Turturro all'AFP Giovinazzo, squadra che milita in A2 e che attualmente occupa il secondo posto in classifica. Poi ha esonerato, un po' a sorpresa, il mister Michele Poli. Una stagione iniziata male e che si sta concludendo peggio. A questi “colpi di scena” gli appassionati di hockey molfettesi erano stati purtroppo abituati in questa stagione così tribolata. Il primo ad abbandonare la barca che stava pian piano affondando fu Onofrio Spadavecchia, molfettese doc, che abbandonò il roster molfettese dopo poche giornate di campionato lasciando un vuoto in attacco mai colmato. In seguito, uno dei volti nuovi di quest'anno, Giovanni Piscitelli nel bel mezzo della gara casalinga contro il Viareggio, pensò bene di abbandonare il Pala Don Sturzo per non farci più ritorno. L'altro volto nuovo di questa stagione, il materano Roberto Vivilecchia, rimasto per quasi tutto il girone d'andata un oggetto misterioso, non risulta più tra i convocati in prima squadra da circa un mese. Se dopo 16 sconfitte consecutive e zero punti in classifica l'esonero di Poli sembra quantomeno giustificabile, ha dell'incredibile la cessione di Turturro, che dopo quasi cinque anni di onorata militanza nella squadra bianco-rossa rappresentava un patrimonio della società e che è stato ceduto con così tanta leggerezza ai cugini giovinazzesi. Non si sa cos'abbia spinto il presidente Nunzio Fiorentini a cedere il forte difensore e se sia stato il giocatore a chiedere di andarsene ma di sicuro tale cessione provocherà ancora degli scossoni all'interno della squadra. Pare che la trattativa con la società del presidente bianco-verde Favuzzi fosse iniziata già la scorsa settimana e si sia perfezionata nella serata di domenica, dopo il match casalingo della Promove contro la capolista Bassano. Tornando a mister Poli, l'allenatore giovinazzese paga inesorabilmente la disastrosa posizione in classifica in cui versa la squadra dall'inizio della stagione. Da sempre nello sport a squadre, di solito è l'allenatore che paga per tutti. Paga anche per errori certamente non solo suoi. Del resto con una squadra povera di giocatori di categoria, con una panchina corta e con una campagna acquisti praticamente inesistente Poli non poteva fare miracoli in un campionato così difficile come l'A1. L'ormai ex trainer bianco-rosso aveva manifestato i suoi malumori subito dopo la sconfitta di Salerno dove aveva rassegnato le proprie dimissioni allora respinte dalla società. Tutti gli appassionati molfettesi allora, si aspettavano che si continuasse così fino a fine stagione, cioè con Poli saldamente al suo posto. Invece, Fiorentini, che aveva sempre difeso l'operato del mister, ha deciso di cambiare. Speriamo che tale cambio di rotta porti i frutti sperati. Mancano comunque, ancora dieci partite alla fine del campionato. Si spera che l'ossatura della squadra rimanga compatta fino al termine della stagione per difendere ancora i colori cittadini e per iniziare con rinnovato entusiasmo il prossimo campionato di A2.
Autore: Massimiliano Napoli
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet