Recupero Password
Giro d'Italia a Molfetta: biciclettata, convegno e visite guidate; ecco la CGM Bikewalk
30 aprile 2017

MOLFETTA - Si è svolta questa mattina la CGM Bikewalk, iniziativa inserita tra gli eventi promossi in attesa dell’ottava tappa del Giro d’Italia 2017, la Molfetta-Peschici.

La colorata carovana di ciclisti (tra i quali diversi bambini) è partita dalla sede della CGM (CompuGroup Medical Italia), nella zona industriale di Molfetta, e ha raggiunto il porto della nostra città.

Ha percorso i moli sino a raggiungere il faro per una visita (purtroppo solo all’esterno) a cura dell’associazione Pro Loco di Molfetta.

Al termine, tutti di nuovo in bici per recarsi alla Fabbrica di San Domenico e partecipare al convegno “Sport e salute”, incontro preceduto da una visita alla Mostra Etnografica Permanente del Mare, a cura dell’Archeoclub di Molfetta.

A introdurre il convegno il responsabile dell’azienda Francesco Grillo e la presidente del Comitato di Molfetta Città di Tappa Loredana Lezoche.

Relatore il dott. Angelo Ramunni, medico di Medicina Generale in pensione, referente del progetto “Esercizio Fisico come Farmaco” in Regione Puglia e membro di Commissione del progetto Movimento in Salute, il quale si è soffermato sull’importanza dell’esercizio fisico come prevenzione e terapia.

«Già nei primi anni del Duemila – ha evidenziato il dott. Ramunni – abbiamo cominciato a parlare di sport ed esercizio ginnico come cura e come prevenzione».

Le ricerche e le osservazioni scientifiche hanno dimostrato che «chi si allena a sufficienza, anche concentrando tutto l'esercizio solo nel weekend, vede ridurre del 30% la mortalità o la morbilità (numero dei casi di malattia registrati durante un periodo dato in rapporto al numero complessivo delle persone prese in esame), rispetto a chi non pratica alcuna attività fisica». Lo sport, dunque, farebbe registrare un miglioramento generale dei parametri e delle condizioni di salute.

Secondo l’O.M.S. (Organizzazione Mondiale della Sanità) l’inattività fisica è un importante fattore di rischio di mortalità nel mondo (oltre tre milioni di persone ogni anno ne sarebbero vittime) ed è ritenuta un fattore di rischio fondamentale per patologie cardiovascolari, tumori e diabete.

In sintesi, la sedentarietà avrebbe un livello di rischio simile al fumo.

A questo va aggiunto un importante fattore: il Servizio Sanitario Nazionale non è più in grado di sostenere malattie e disabilità che si potrebbero prevenire. Non a caso l’esercizio fisico è mutuabile in Piemonte e Lombardia per soggetti con particolari patologie.

«Il nostro genoma è fatto per il movimento» ha concluso il dott. Ramunni.

Al termine della conferenza tutti in bici per tornare alla sede CGM.

Positivo, dunque, l’esito dell’iniziativa promossa dal Comitato di Tappa, con la collaborazione delle agenzie I Monelli e ImprontaEventi.

Un fine settimana denso di impegni in “rosa”, con il convegno del C.S.A.In, l’inaugurazione della mostra Capogiro e della Pink Way, con la presentazione di un’opera di Marco Lodola e la performance di body painting di Massimo Nardi.

Si proseguirà in serata con la Molfetta Night Run.

© Riproduzione riservata

Autore: Isabella de Pinto
Nominativo  
Email  
Messaggio  

Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet