Recupero Password
Via libera ai lavori del porto ma al Tar la battaglia continua  
15 febbraio 2007

L'aggiudicazione definitiva dei lavori per la realizzazione del nuovo porto commerciale della città è ormai imminente. Sono venute meno, infatti, le ragioni di natura prudenziale che avevano indotto l'amministrazione comunale ad attendere l'esito, in fase cautelare, dei ricorsi presentati dalla Salvatore Vittadello Spa e dalla Salvatore Matarrese Spa contro l'aggiudicazione provvisoria della gara di appalto all'Associazione Temporanea di Imprese capeggiata dalla CMC di Ravenna che, come si ricorderà, ha vinto la procedura ad evidenza pubblica, essendo stata l'unica ATI a presentare un'offerta valida rispondendo al bando. Contro questa aggiudicazione provvisoria, come noto, le due imprese avevano proposto ricorso lamentando una serie di violazioni di legge commesse – a parer loro – dal Comune ed in particolare la violazione della par condicio tra i concorrenti dal momento che il bando prevedeva l'obbligo di dimostrare la disponibilità di una draga di enormi dimensioni per effettuare le opere richieste dal capitolato. Di quella draga, però, esistono solo pochissimi esemplari al mondo e solo la CMC di Ravenna ha dimostrato di averne una disponibile, escludendo di fatto ogni altro concorrente ed aggiudicandosi la realizzazione dei lavori per un importo pari ad oltre 55 milioni di euro. Dinnanzi al Tar le due imprese ricorrenti avevano dapprima richiesto l'emanazione di una misura cautelare urgente che sospendesse l'efficacia dell'aggiudicazione fino a quando la controversia non fosse definita ma, all'ultima udienza, hanno preferito ritirare questa loro richiesta chiedendo al collegio giudicante di entrare direttamente nel merito della questione. La “battaglia” legale delle aziende escluse dalla gara, dunque, non si arresta ma si sposta dalla sede cautelare a quella di merito. Un passaggio tecnico-giuridico, quindi che consente, però, all'amministrazione di non arrestare l'iter procedurale per portare a compimento quest'opera così rilevante per la nostra città, come ha confermato il sindaco Antonio Azzollini nel commentare la notizia: “Ora in brevissimo tempo procederemo con l'aggiudicazione definitiva dell'appalto. Il nuovo porto commerciale – ha proseguito il primo cittadino - è la più grande opera mai realizzata a Molfetta. Si tratta di una infrastruttura strategica per lo sviluppo delle aree industriali già presenti sul territorio cittadino per l'economia di tutta la Puglia. Sarà inoltre – ha concluso – uno dei principali snodi logistici dell'Italia meridionale grazie al quale potremo accorciare le distanze commerciali con l'Europa dell'Est”.
Autore: Giulio Calvani
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet