Recupero Password
Urbanizzazioni: una mappa per dare risposte ai cittadini di Molfetta Progetti approvati dal 2002 al 2006 ma molti interventi concordati con i consorzi per la realizzazione di servizi e aree verdi non sono stati mai realizzati. L'amministrazione avvia una ricognizione completa di tutti i comparti
20 maggio 2014

UMOLFETTA - Un censimento di tutte le urbanizzazioni mancanti o incomplete in tutti i quartieri di nuova espansione: è questa la sfida lanciata dall'assessorato all'Urbanistica e dalla giunta Natalicchio con la delibera n. 116 dell’8 maggio. Il settore Territorio avvierà un'analisi, quartiere per quartiere e comparto per comparto (1-9, 14-17 i cui progetti per gli interventi di edilizia privata sono stati approvati dal Consiglio Comunale tra il 2002 e il 2006) di tutte le opere di urbanizzazione primaria e secondaria non realizzate e completate e di tutte le aree che i privati devono cedere al Comune per la realizzazione di servizi e aree a standard come parchi, parcheggi e spazi di socialità. Lo scopo è quello di arrivare a una “mappa dei servizi” e a un piano di realizzazione delle urbanizzazioni che, quartiere per quartiere, possa garantire vivibilità e riqualificazione delle nuove periferie.

“I cittadini ci chiedono perché hanno comprato casa con i loro risparmi, pagato profumatamente gli oneri di urbanizzazione e però spesso si ritrovano ad abitare case nuove ma in quartieri senza pubblica illuminazione, senza marciapiedi, senza parchi e spazi sociali. È a loro che dobbiamo una risposta. Dopo aver recuperato qualche mese fa oltre un milione di euro in oneri di urbanizzazione che i costruttori non avevano versato, oggi l'Ufficio tecnico è al lavoro per capire come investirli e tradurli in qualità della vita”, afferma l'assessore all'Urbanistica e all'Ambiente, Rosalba Gadaleta (foto).
“Se vogliamo recuperare il rapporto di fiducia con i residenti di questi quartieri, spesso giovani coppie o famiglie che dopo anni in affitto sono riuscite a comprare la casa e ora pretendono giustamente di poter attraversare il quartiere in passeggino con figli e nipoti, o di fare sport, o di tornare a casa in sicurezza in aree illuminate e servite, dobbiamo avviare una stagione di urbanizzazioni che dia alle zone di espansione un volto nuovo e assicuri a chi ci abita una buona qualità della vita”, aggiunge l'assessore.
“Intanto le opere di urbanizzazione nei comparti 1-9 sono ripartite, anche grazie alla autorizzazione della Regione Puglia a usare i fondi Edilizia residenziale pubblica, per coprire un appalto che era stato avviato usando i fondi della legge Finanziaria del Porto, che non può essere invece in alcun modo usata per le urbanizzazioni primarie", ricorda il sindaco Paola Natalicchio.
"Abbiamo concordato grazie all’assessorato ai lavori pubblici e alla disponibilità della ditta, che stava costruendo marciapiedi e si stava occupando della pubblica illuminazione nelle aree di via Spadolini e in tutta la zona circostante, la ripresa dei lavori stabilendo le priorità insieme al Comitato di quartiere. A dimostrazione che mentre parte la mappatura dei servizi che dovremo pianificare e realizzare in tutte le nuove zone, intanto una prima risposta è in arrivo”.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet