Recupero Password
Spostato il mercato settimanale, ma è ancora caos Passeggiata fra le bancarelle. Mancano i servizi igienici: il sottopassaggio diventato Vespasiano
15 gennaio 2002

10 gennaio ’02: il tanto atteso spostamento del Mercato settimanale della città è arrivato, tra entusiasmi e polemiche, tra desiderio di ritornare alle origini e la curiosità di andare avanti per una nuova strada. E’ il primo giovedì che ha visto i venditori ambulanti occupare le nuove vie interessate: Via Dossetti, Via La Malfa e Via mons. Salvucci, tutte appartenenti alla zona 167. Quasi doveroso un giro tra le bancarelle per sondare gli umori dei commercianti e di pareri contrastanti ce ne sono stati tantissimi. C’è chi non vuol sbilanciarsi ancora nel proferire parola poiché “è soltanto il primo giorno e non si può mai sapere”, chi invece è contento del trasferimento e spera che sia definitivo, come in realtà sarà ( basti pensare alla nuova segnaletica che interessa già tutta la zona designata ), e chi invece vuole tornare dov’era. A parte l’aria di novità e l’entusiasmo della nuova “casa” è stato interessante notare proprio cosa pensassero coloro che non facevano e non fanno salti di gioia per il trasferimento. La vastità della zona rende il mercato troppo dispersivo, alle due uniche file dell’area precedente si è passati al numero di quattro principali e a due ulteriori file dislocate nelle traverse: “ il risultato, ci chiariscono i commercianti, è che la gente si “perde” e non sa dove fermarsi, dove andare, a chi dare priorità”. In questo modo, in effetti, tutte le bancarelle che si trovano agli incroci delle vie principali, vengono non volutamente ignorate per il naturale passaggio centrale. Lo stesso problema è stato riscontrato dai venditori che si trovano all’inizio e alla fine del mercato: proprio perché vengono interessate più vie la gente preferisce fermarsi al centro dell’area e tralasciare la periferia del mercato che è troppo distante. La distanza è avvertita anche dai frequentatori abituali del mercato, le casalinghe che ogni giovedì, prendono quasi appuntamento per girare e trovare le migliori offerte. Non si può dire, infatti, che il mercato si trovi al centro della città. E un po’ di rivoluzione l’ha creata, anche per i negozianti fissi di Via mons. Salvucci. “ Il problema, per il proprietario della Libreria Pagina tre, sta nel fatto che le strade occupate sono ad alto scorrimento di traffico, ed ora per quasi una giornata intera, coloro che vengono dalla statale Terlizzi-Ruvo, da Giovinazzo e dalle varie provinciali, sono costretti a fare un giro abnorme per entrare in città”. Ma non è tutto. Un dilemma piuttosto importante qual è quello dei servizi igienici che mancano non deve essere sottovalutato. Ci è stato fatto notare che proprio il sottopassaggio di via mons. Salvucci viene quasi adibito a vespasiano e a fine giornata gli olezzi per gli abitanti della zona diventano insopportabili. “ E’ molto strano che abbiano pensato a tutto tranne che ai servizi igienici pubblici” prosegue un cliente della libreria, evidentemente abitante della zona, “alcuni usufruiscono dei bar dislocati lungo la strada, ma non tutti vi arrivano”. Eppure i baristi assicurano che, come primo giorno di mercato, il via vai negli esercizi è stato intenso e se la locazione del mercato è definitiva, non possono che rallegrarsi: “in un giorno alla settimana siamo sicuri di lavorare tanto!” E’ chiaro che si dovranno aspettare le settimane successive per stilare un bilancio definitivo o quasi. Il trasferimento riuscirà a mettere d’accordo tutti, ambulanti residenti e negozianti fissi? E coloro che adesso sono disorientati si adegueranno in fretta? Ai posteri l’ardua sentenza. Silvia Pellegrino
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet