Recupero Password
Sinistra italiana Molfetta sul Pulo il sindaco si affida alla Multiservizi?
15 gennaio 2022

Una notizia che ha dell’incredibile: la gestione del Pulo di Molfetta passa alla Multiservizi. Una conferma di come il sindaco per mantenere il precario equilibrio della sua giunta debba ricorrere anche a provvedimenti assurdi, che hanno poco a vedere con la competenza della quale questa amministrazione si vanta a… parole. Ne dà notizia il circolo locale di Sinistra italiana con un comunicato: «La cooperativa Feart lascia la gestione delle visite al Pulo e tutto passa nelle mani della Multiservizi: la notizia rattrista e dimostra che la gestione dei beni culturali della nostra città è allo sbando. Il Sindaco e gli assessori che si sono succeduti dal 2017 hanno solo prodotto annunci sensazionalistici e pochissime realizzazioni che potessero lasciare una traccia nel tempo: dal progetto- monster del megateatro comunale, alle promesse non mantenute sulla gestione del Museo del Pulo (trascurato e aperto a singhiozzo, nonostante i pregevolissimi ritrovamenti archeologici nella dolina), alla presunta acquisizione al patrimonio comunale del Convento dei Cappuccini (mai concretizzata): c’era la necessità, con l’imponenza di continui annunci, di deviare l’attenzione dall’incapacità di questa amministrazione di valorizzare, in un percorso trasparente e condiviso con la comunità, i patrimoni e le competenze professionali diffuse nella nostra città. Questa amministrazione ha mancato totalmente di visione e di capacità progettuale in fatto di valorizzazione e gestione dei Beni Culturali. Fin dal suo insediamento, abbiamo assistito solo a aperture occasionali dei nostri luoghi identitari come la dolina del Pulo, interventi “spot” con affidamenti temporanei delle visite guidate e delle prenotazioni per garantire visite per di più gratuite e qualche evento estivo negli spazi aperti del Pulo e del Museo Archeologico. Tutto questo in una situazione di abbandono generale del sito, senza aver mai provveduto alle manutenzioni straordinarie, tra cui quella del “blocco servizi igienici” – ancora in vergognose condizioni di devastazione, come da noi denunciato anche a ottobre del 2020 – né aver mai proseguito il progetto dell’ “open museum” e di un Archeoparco presso il Fondo Azzollini, riportato a nuovo splendore nel 2015 con uno scavo importante e oggi inspiegabilmente inaccessibile. Tutto questo in assenza di un aggiornamento del nuovo piano della sicurezza e del verde, ormai risalenti agli inizi del 2000, e oggi più che mai necessari vista l’unicità e la delicatezza che l’ambiente- dolina presenta. In questo scenario già sconfortante, arriva l’incredibile notizia della decisione di riconoscere alla locale Multiservizi, una società partecipata che si occupa di tutt’altro in città, un background culturale di saperi archeologici, pedagogici, relazionali tale da attribuirle l’incarico di “selezionare e valutare gli operatori del Pulo e del Museo Archeologico”. Sarà la Multiservizi a selezionare le “guide” e includerle in una graduatoria, senza che si faccia cenno ad alcun progetto culturale per questi giacimenti culturali che ci invidiano in Italia e all’estero. É questa la “Comunità di destino” tanto annunciata dal sindaco Minervini? É questa la “Rinascenza” che ci ha servito il sindaco in tutte le salse? É davvero tempo di cercare insieme una figura capace davvero di guidare Molfetta verso politiche innovative e illuminate, avanzate e all’altezza dei bisogni dei cittadini. Minervini è al capolinea. Lavoriamo con urgenza e senza indugi a costruire l’alternativa».

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet