Recupero Password
Salta il tavolo del centrodestra. Commissario più vicino
08 novembre 2005

MOLFETTA – 8.11.2005 Stavolta sembra proprio che il tavolo delle trattative del centrodestra sia saltato. L'ennesimo lungo incontro di ieri sera tra i partiti di maggioranza, convocato per cercare una soluzione alla crisi politica ed amministrativa che interessa l'amministrazione guidata da Tommaso Minervini (nella foto), ha segnato, infatti, una decisa rottura tra le parti. Nessun passo avanti, dunque, nella trattativa tra i partiti ed anzi una brusca frenata che potrebbe portare alle dimissioni irrevocabili del sindaco e, quindi, all'arrivo di un commissario prefettizio che traghetti la città fino alle prossime elezioni amministrative. Lo stesso primo cittadino, apparso ieri visibilmente contrariato (stando ai racconti dei presenti), ha concluso l'incontro dicendosi impossibilitato, viste le condizioni, a proporre un punto di intesa tra le diverse contrapposte posizioni ed ha rimandato la discussione in Consiglio Comunale. In pratica non è stato fissato nessun altro appuntamento tra i partiti della coalizione, prima della riunione della massima assise cittadina che dovrebbe tenersi il prossimo venerdì 11 novembre. Solo in quella sede le posizioni delle diverse forze politiche dovrebbero venire allo scoperto e pare che Tommaso Minervini conti di trovare nell'Aula “Carnicella” i voti necessari per andare avanti. E' difficile, tuttavia, immaginare che il sindaco, in questi giorni, non continui nella sua certosina opera di convincimento delle diverse forze politiche, in modo da cercare una soluzione che gli consenta di rimanere al suo posto (principale preoccupazione del primo cittadino), ma il quadro appare agli occhi di tutti molto compromesso. Nella serata di ieri le diverse forze politiche hanno di fatto ribadito le posizioni già note: il Nuovo Psi e “Molfetta che Vogliamo” hanno chiesto il rilancio del progetto civico da tradursi necessariamente con una giunta completamente rinnovata, composta esclusivamente da “tecnici” espressione della società civile e non legati ai partiti; Forza Italia ed An ritengono questa soluzione irricevibile e hanno ribadito la necessità di caratterizzare politicamente la giunta, anche in considerazione del fatto che questa amministrazione si è retta fino a questo punto solo grazie ai voti dei partiti di centrodestra, essendo le “forze civiche” in assoluta minoranza in Consiglio Comunale e di fatto ininfluenti anche in vista delle prossime elezioni (ed è stato fatto l'esempio della lista di riferimento del sindaco, “Città per tutti”, che non esprime nessun consigliere comunale eppure è rappresentata in giunta da un assessore, Titti Lioce, oltre che dallo stesso primo cittadino). In sostanza i due principali partiti di centrodestra chiedono di riconfermare almeno uno dei loro assessori (Pino Amato per Forza Italia e Mauro Magarelli per An), e di poterne indicare direttamente un altro. Ma la volontà di riconfermare l'assessore uscente è stata ribadita anche dal Partito Repubblicano che sul nome di Pietro Uva non sembra disposto a trattare. Difficile, a questo punto, dire come andrà davvero a finire: tutto dipenderà dalla disponibilità delle diverse forze politiche di fare un passo indietro, ma il problema è che nessuno al momento sembra intenzionato a retrocedere dalla proprie posizioni, dando “partita vinta” agli altri. Di certo, nel centrodestra non si respira un bel clima ed i veleni sparsi in queste settimane lasceranno, comunque questa storia vada a finire, strascichi pesanti. “La notte dei lunghi coltelli”, in quella che un tempo si chiamava “NuovAlleanza”, sembra solo all'inizio. Giulio Calvani
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet