Recupero Password
Pulito il parco di Levante di Molfetta. Un esempio di civismo e amore della città e una risposta ai cittadini zozzoni, a politici e media irresponsabili
03 aprile 2017

MOLFETTA – Esempio riuscito di civismo a Molfetta e risposta ai cittadini zozzoni e agli istigatori alla sporcizia (politici del centrodestra e media) che criticano la raccolta rifiuti “porta a porta”, fomentando indirettamente la disobbedienza a regole e leggi per raccogliere consensi nella tornata elettorale delle elezioni amministrative dell’11 giugno.

MolfettAttiva ha organizzato, infatti, una pulizia del parco di Levante sabato scorso. Alcuni volontari si sono armati di scope e palette e hanno provveduto al recupero e alla pulizia del Parco, uno spazio di verde un tempo abitato da giovani, bambini e adulti, oggi lasciato al degrado per via di un progressivo abbandono: attualmente versa in uno stato di degrado inaccettabile, devastato dalla sporcizia, così trascurato che nessuno si era accorto di uno scivolo rotto, pericoloso per l'incolumità dei più piccoli.

In collaborazione con l'ASM Molfetta, le associazioni ambientaliste "Riciclando... verso Rifiuti Zero" ed "Eco@lfa", hanno provveduto a pulire l'area differenziando i rifiuti abbandonati (foto), a popolare un bene comune, ad abbellire il parco, provando a fare la nostra piccola parte richiamando l'attenzione delle istituzioni che hanno il dovere di garantire la fruizione di questo parco pubblico. Bastano davvero pochi accorgimenti.

Durante il flash mob sono state messe a dimora alcune piante fiorite e il gruppo sportivo "Sport in cammino" ha utilizzato il parco per svolgere attività sportiva.

L’amore per la città si dimostra con i fatti e non con gli slogan elettorali gridati opportunistici e populisti che il centrodestra in particolare, pur favorevole nel 2013 al “porta a porta”, oggi utilizza per cavalcare il malcontento e beneficiare del voto di protesta. Chi si candida ad amministrare la città, non può invitare i cittadini alla violazione di regole e leggi. Se fosse accaduto durante la loro amministrazione, l’avrebbero tollerato? Forse sì, vista l’illegalità diffusa dell’era Azzollini, che la destra vuol fare dimenticare, anche con operazioni di squallido trasformismo.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet