Recupero Password
Piazza delle Erbe, gli abitanti denunciano: dopo i lavori abbandonata a se stessa
15 novembre 2006

Questa città sembra caratterizza ultimamente dai lavori incompiuti, ristrutturazioni iniziate e trascinate via per mesi oppure terminate, ma sempre con qualche particolare fuori posto o lasciato e metà, ancora giardini, ce ne più d'uno, cui si rifiuta non si sa perché l'inaugurazione; nonché si sia ansiosi di assistere al taglio di un nastro, ma così i cittadini li potrebbero utilizzare, mente invece stanno lì da mesi a subire l'opera di decadimento dovuta al tempo ed accelerata da atti vandalici. L'impressione generale è di sciatteria, come di una bella donna che scelga abiti firmati, ma dimentichi di pettinarsi o porti calze smagliate. Piazza delle Erbe rientra in questi casi. È uno degli angoli più belli della città, potrebbe diventare un salotto, uno spazio a disposizione dei cittadini per un momento di sosta dalle attività quotidiane, una boccata d'aria, i giochi dei bambini, a questo mirava si suppone la recente ristrutturazione, i cui lavori, però, come in altri luoghi di Molfetta, appaiono abbandonati prima del definitivo completamento, misteriosi tubi rossi e blu che sbucano dal suolo e vanno a terminare per aria, a darle un vago aspetto da fumetto, aperture nel selciato destinate ad ospitare alberi mai piantati che nel frattempo fanno da deposito della spazzatura, il pozzo con la chiusura ancora avvolta nel cellophane. La piazza si presenta in definitiva abbandonata a se stessa, non valorizzata e non curata,. È l'accusa contenuta anche nell'esposto-denuncia rivolto al sindaco da tre anziane signore, le cui abitazioni hanno i balconi che si affacciano proprio sulla piazza. “Piazza delle Erbe, recentemente ristrutturata e incompleta da mesi, interdetta al traffico è ormai un campo di calcio a tutti gli effetti durante tutte le ore antimeridiane, pomeridiane e fino a notte fonda”, si legge nella lettera. Partite di calcio improvvisate, con conseguenze facilmente immaginabili per la quiete di chi ci abita, ma anche scorribande di motorini che attraversano la piazza dagli accessi di Via Poli e di Vico 1° Catacombe; altro rumore che si aggiunge, ma anche pericolo per l'incolumità dei pedoni. Inutile chiamare i vigili, a quanto affermato dalle signore, inutile anche sperare nell'intervento della nettezza urbana per rimuovere gli escrementi dei cani che, come denunciato sempre nella lettera, fanno della piazza “un campo di calcio ed inoltre cacatoio e pisciatoio dei cani”. Non basta, le signore lamentano che le transenne utilizzate per i lavori siano state abbandonate lì e “consentono agilmente l'intrusione nelle abitazioni, tramite le finestre, di malavitosi, con le conseguenze del caso”. Insomma, tutt'altro che il salotto buono che potrebbe essere. Non si limitano a denunciare, ma avanzano delle precise richieste che sarebbero poi concrete proposte di risoluzione dei problemi maggiori, quelli che toccano da vicino la loro richiesta di vivibilità: posizionare nella piazza panchine, fioriere, giochi per bambini che impediscano che sia utilizzata come campo di calcio; impedimenti gli accessi di Via Poli e di Vico 1° Catacombe per ostacolare l'ingresso di ciclomotori; costante sorveglianza da parte dei vigili e pulizia da parte dell'Asm. Richieste non impossibili da soddisfare, come si vede, posto che qualcuno le ascolti.
Autore: Lella Salvemini
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet