Recupero Password
Pallavolo, non basta il cuore: Molfetta cede alla corazzata Città di Castello Partita dai due volti al PalaIoan con Molfetta che passa in vantaggio nei primi due set , poi subisce la rimonta della Gherardi. Sugli scudi umbri Van Walle (30 pt), su quelli adriatici Van Dijk (25) e Ippolito (17)
27 dicembre 2012

MOLFETTA - Ci ha creduto la Pallavolo Molfetta dopo un’ora di partita quando era sul due a zero nel conteggio set. Di lì in poi è iniziata la partita di Città di Castello, con una rimonta aggressiva e caratterizzata dai colpi vincenti di Van Walle e Fromm. In più l’esperienza di Rosalba e il campo a favore ha fatto sì che gli umbri si aggiudicassero meritatamente la finale di Assago il 30 Dicembre. Molfetta sicuramente più brillante nella prima parte della gara con Van Dijk (25) e Ippolito (17) sugli scudi (Foto Art Metis)
Con Città di Castello sembra esserci un patto d’acciaio che porti le due squadre al tie-break. Squadre in campo alle 18 in punto, rispetto al pregara Cichello manda Del Vecchio accanto ad Ippolito in banda, ancora fermo ai box Verhanemann; formazione titolare per coach Radici. Il PalaIoan risponde presente alla chiamata della società inondando le tribune già qualche ora prima della partita.
Molfetta esce a testa alta da questa semifinale. Raccontiamo le gesta di una squadra giovane e pochissimo gli si può rimproverare sino ad ora. L’Exprivia conclude il 2012 con il quarto posto in regular season al giro di boa, una semifinale di Coppa Italia dove ha globalmente ben figurato tenendo testa alla corazzata Città di Castello. Dispiaceri personali a parte, chapeau alla Gherardi che sfiderà Atripalda in finale il 30 Dicembre prossimo al Mediolanum Forum di Assago per la Coppa Italia e per la coccarda sulla maglia.
SET BY SET.
Sulla sostanziale parità l’avvio di set e di incontro per le due squadre con Molfetta che attacca con Van Dijk (5-6) e Castello che con Fromm e Van Walle si porta al pimo tecnico 8-6; alla ripresa accorcia Ippolito in pipe, Fromm non trattiene la battuta di Giglioli (8-8); Molfetta ci prova e mette la testa fuori in più occasioni sempre con Ippolito 11-12. Van Walle tocca il nastro, Van Dijk porta l’Exprivia avanti di due punti 13-15. Palla out di Van Walle e secondo tecnico ai biancorossi guidati da coach Cichello. Nell’ultima parte di set allunga Molfetta con Del Vecchio 17-20, ma il muro di Castello si alza con Piano 20-21, e Visentin 21-22. Giglioli mantiene il vantaggio con una palla veloce; 21-23 e timeout chiamato da Radici. Sosta che fa bene più a Molfetta che alla Gherardi. Radici chiama il secondo timeout con l’intento di spezzare la striscia positiva di punti degli adriatici. Cichello manda in battuta Tamborra al posto di Giglioli, Fromm scaraventa il punto del 23-24 e dentro nuovamente Giglioli. Il set si conclude con Rosalba che nel difendere manda il pallone nella metà campo molfettese, ma fuori dal rettangolo di gioco. 23-25 e zero ad uno nel conteggio set a favore di Molfetta.
Luce un po’ precaria all’inizio del secondo nel palazzetto ma Zavater decreta l’inizio del set. Sul punteggio di 5-3 per gli umbri, i tre turni positivi in battuta di Ippolito consentono a Molfetta di recuperare il gap con Van DIjk in parallela nei tre metri (6-6). Rosalba e una palla out di Van Dijk portano la Gherardi al primo timeout tecnico del secondo set. Seconda parte di set sul filo della parità; il set si sblocca sulla palla quick di Giglioli 12-14.Al centrale ligure replicano Del Vecchio e Van Dijk 12-16, dopo un’azione caratterizzata da lunghi scambi per entrambe le squadre. Finale di set che si apre con l’ace di Ippolito. Radici manda dentro Franceschini e Massari per Braga e Fromm, Rosalba la manda out concedendo a Molfetta il break del 18-22. Di qui inizia la rimonta della Gherardi con Rosalba 19-22 e con Ippolito che la manda out 21-22. CIchello chiama timeout e alla ripresa Van Dijk allunga in diagonale e punteggio di 21-23. Un attimo prima del servizio di Ippolito, Radici riorganizza le idee ai suoi. Finale di set con Van Dijk che scarica una palla incontrollabile 22-24, CIchello manda Tamborra al servizio. Ancora un errore nel finale di set per i tifernati 22-25 e dopo un giro di lancette due set a zero per Molfetta.
Nel terzo set Castello allunga grazie a Van Walle 3-3 e al turno prolifico in battuta di Rosalba che trascina i suoi al 7-4. Saitta batte out e primo timeout tecnico ai padroni di casa 8-5. Secondo parziale con la battuta out di Giosa 14-11, Fromm e Van Walle approfittano e secondo timeout tecnico agli umbri 16-13. Rosalba firma in lungolinea il ventesimo punto della partita (20-17). Castello tiene il vantaggio, merita la vittoria del set anche se il primo arbitro ci mette del suo nell’assegnare l’ultimo punto, quello del 25-22.
Inizio prolifico in battuta per Gert Van Walle nei primi scambi del quarto set: parziale di 3-0 per Castello, l’Exprivia riagguanta la partita con la parallela imprendibile di Van Dijk 4-3, e la “sette” di capitan Giosa 7-6. Van Walle chiude in diagonale la prima parte di set 8-7. Città di Castello mantiene il vantaggio di tre punti con Visentin di seconda intenzione 12-9, Cichello manda Morelli in banda al posto di Ippolito. Gli umbri allungano con Fromm e Van Walle 16-11. Gli umbri mantengono il vantaggio grazie a Van Walle e Fromm, quattordici punti in due.
E tanto per cambiare Molfetta contro Città di Castello va al tie-break. Ritorna Ippolito in banda al posto di Morelli, stessa formazione per Radici. Al cambio di campo arriva prima Castello 8-7 su palla out di Ippolito. Prima però punti combattuti per entrambe le squadre con Molfetta si affida a Van Dijk e gli umbri a Van Walle. Finale di gara con Visentin a muro 13-11 e Van Walle che chiude la partita 15-11.
 
STARTING SIX. Gherardi: Visentin-Van Walle, Rosalba-Fromm, Piano-Braga, lib. Tosi.
Exprivia: Saitta-Van Dijk, Ippolito-Del Vecchio, Giosa-Giglioli, lib.Rizzo.
 
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""





Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet