Recupero Password
Niente A1 per la Pallavolo Molfetta, ma la linea ha portato i suoi frutti
15 giugno 2012

Un attimo dopo l’errore di Del Vecchio che ha sancito la vittoria di Castellana su Molfetta, il Pala Grotte è diventato un catino ribollente di folla e champagne che ha immerso giocatori, tecnici e dirigenti gialloblù sino alla gola, strozzando persino l’impianto di amplificazione. I duemila accorsi per gara 3 non sono rimasti delusi dallo spettacolo. Dentro e fuori dal campo hanno festeggiato per la pallavolo castellanese autrice di un double (Coppa Italia e promozione). Il derby di Puglia ha regalato un posto in Serie A1 per la stagione 2012/13. La BCC-NEP Castellana Grotte e la Pallavolo Molfetta sono state le due formazioni arrivate in fondo alla griglia dei Play Off Promozione e che da domenica 20 maggio hanno iniziato la Serie di Finale per il passaggio al massimo campionato. Sono arrivate a un passo dalla promozione diretta, avendo chiuso la Regular Season al secondo (Castellana Grotte con 65 punti) e al terzo posto (Molfetta con 63 punti). Hanno conquistato la Final Four della Del Monte Coppa Italia A2, con la BCC-NEP arrivata fino in Finale, poi vinta, e la Pallavolo Molfetta bloccata al tie break in Semifinale dalla Crazy Diamond Segrate. Si sono giocate la seconda chance di promozione dopo aver eliminato rispettivamente dal proprio cammino l’una Loreto e Segrate, l’altra Genova e Città di Castello. Grazie al miglior piazzamento al termine della Regular Season, la BCC-NEP Castellana Grotte ha iniziato la serie con una gara di vantaggio. È partita, dunque, dal PalaPoli di Molfetta la serie che è valsa la promozione. La squadra di Giuseppe Lorizio è tornata a giocare 11 giorni dopo l’ultimo match disputato sempre tra le mura amiche, quando in un lunghissimo tie break ha eliminato in Semifinale la Gherardi SVI Città di Castello. 11 giorni in cui Uchikov e compagni si erano allenati intensamente per arrivare con il massimo della forma e della convinzione a questo importante appuntamento. Dall’altra parte la BCC-NEP Castellana Grotte, che aveva terminato mercoledì 16 maggio la propria semifinale, ha puntato sul fattore continuità di gioco per portare questa finale immediatamente sul 2-0 e giocarsi subito la promozione diretta in gara 3 al Pala Grotte. La BCC-Nep allenata dal “mago” Vincenzo Di Pinto è tornata in serie A1 dopo un solo anno di purgatorio sportivo, battendo la Pallavolo Molfetta per 3-1 nella gara-3 della finale playoff della A2 maschile di volley e chiudendo in pratica a zero la serie. Castellana Grotte non ha lasciato chance a Molfetta e ha subito chiuso la pratica promozione vincendo le due partite sul campo dopo essere partita in vantaggio di 1-0 nella serie in virtù della migliore posizione in classifica alla fine della Regular Season. Non dobbiamo dimenticare che il Consiglio Federale ha approvato la riforma dei campionati di Serie A1 e A2 maschile di pallavolo proposta dalla Lega per realizzare un progetto sostenibile dal punto di vista non solo economico, ma anche della qualificazione e valorizzazione dei giovani. Non a caso si parla di “Progetto Giovani” realizzato attraverso la Serie A2. È stato introdotto l’obbligo della limitazione degli atleti over nelle gare del campionato di Serie A2, comprese le gare di Coppa Italia: massimo quattro atleti (italiani o stranieri) nati negli anni 1981 (compreso) e precedenti. Le società che disputeranno il campionato di Serie A2 con tutti atleti Under 23 (nati negli anni 1990 e successivi) a parte i 4 atleti over avranno diritto di ripescaggio al campionato di A2 2013-2014 rispetto alle altre società retrocesse, che hanno disputato la serie A2 nella stagione 2012-2013, fermo restando che nel caso più società abbiano rispettato tale limitazione per la graduatoria varrà la classifica dei ripescaggi. Il diritto di ripescaggio vale anche per quelle società ripescate la stagione precedente e per quelle ultime classificate. Sarà, inoltre, previsto come ulteriore incentivo un montepremi di 100mila euro da destinare ai club che utilizzeranno solo atleti italiani U23 (nati negli anni 1990 e successivi), con massimo 4 atleti sempre italiani over 23 (nati negli anni 1989 e precedenti). Come noto agli occhi di tutti lo sport insegna che alla fine dei giochi c’è sempre un vincitore e un vinto. Dopo aver visto questa finale play-off, però, si può dire che Molfetta e Castellana sono l’eccezione che conferma la regola: la compagnie di Di Pinto ha glissato l’obiettivo stagionale, quella di Lorizio è andata ben oltre le aspettative stagionali. Altro dato positivo da non tralasciare sono state le prestazioni di Nikolay Uchikov, miglior realizzatore del campionato. È stata la vittoria di una regione intera che ha celebrato come meglio non poteva una finalissima di alto livello, elevando il derby a rappresentazione unica e vera dello sport pugliese.

Autore: Andrea Saverio Teofrasto
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet