Recupero Password
Molfetta, una nuova biografia di don Tonino di mons. Domenico Amato
27 aprile 2014

MOLFETTA - Le occasioni per ricordare il nostro vescovo don Tonino Bello non sono mai troppe, specialmente dopo che il 30 novembre 2013 è stata conclusa la fase diocesana del Processo di Canonizzazione, ma bisogna stare attenti a non scadere in un amarcord ripetitivo e frammentario, perché questo, neanche lo stesso don Tonino l’avrebbe gradito. È questo il messaggio che vuole lanciare mons. Domenico Amato con il suo libro “Tonino Bello. Una biografia dell’anima”, edito da Città Nuova e presentato nell’Auditorium del Museo Diocesano; ospiti anche il prof. Luigi Alici, docente di filosofia morale all’Università degli studi di Macerata, e il vescovo mons. Luigi Martella, a moderare, invece, il prof. Luigi Sparapano, direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali e Direttore Editoriale di “Luci e Vita”.

Alla domanda “Cosa l’ha spinta a scrivere una biografia di don Tonino, visto che ne sono state scritte già molte?”, mons. Domenico Amato risponde che a motivarlo, in primis, è stato l’incarico affidatogli dal Vescovo di Vice postulatore della Causa di Canonizzazione di don Tonino Bello, ma ha accolto la richiesta della casa editrice “Città Nuova”, perché “emergesse l’azione di don Tonino nel suo contesto storico e la radice evangelica che ha mosso questo profeta”. Per evitare il rischio di saccheggiare i suoi scritti con un ricordo aneddotico e frammentario, è emersa l’esigenza di contestualizzare e approfondire le ricerche a partire dai documenti del magistero episcopale, come anche di tutti gli altri articoli scritti da don Tonino prima di diventare vescovo, nei quali si scorge il peso degli studi fatti a Roma durante gli anni del Concilio. Oggi abbiamo più che mai bisogno di valorizzare e restituire a don Tonino il giusto ruolo di profeta che merita perché, come ha sottolineato anche il prof. Luigi Alici, “è nel contesto delle nostre quotidiane sfide ineludibili che bisogna scavare nella sua figura e il libro di mons. Domenico Amato traccia una cornice rigorosa, che aiuta a rileggere in modo unificato e coerente per resistere ad una lettura avara di completezza”. “È una biografia”, ha precisato il Vescovo “che si muove in una direzione diversa rispetto alle altre, le quali sono state scritte da persone esterne e hanno sortito addirittura l’effetto di delineare il profilo di un personaggio, mentre qui viene fuori il ruolo del “pastore” don Tonino”.

Nel ventunesimo anniversario della morte di don Tonino, il 20 aprile, giorno in cui ricorre la sua scomparsa, ha coinciso quest’anno proprio con la Santa Pasqua e “questa biografia”, ha affermato ancora il suo autore, “non è un punto di arrivo, ma un punto di partenza, per continuare ancora a contestualizzare a livello nazionale e internazionale le parole di questo grande profeta contemporaneo”. E la valorizzazione del suo messaggio è anche compito dell’associazione Feart e del Teatro dei Cipis, che negli anni passati hanno collaborato molto con progetti volti a far conoscere la figura di don Tonino anche alle generazioni più giovani, ad esempio il progetto “Conosci don Tonino” promosso dalla Feart che è terminato con una mostra di pannelli didattici in modo da far conoscere don Tonino anche ai più piccoli, oppure lo spettacolo teatrale “Piedi sporchi” realizzato dal teatro dei Cipis. Quest’anno si è deciso, invece, per un itinerario turistico “Sui luoghi del Servo di Dio”, volto a chi vuole visitare i luoghi di don Tonino, per conoscerlo ancor più da vicino.

© Riproduzione riservata

Autore: Marina Mongelli
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet