Recupero Password
Molfetta, il sindaco Azzollini estromette il comandante della Polizia Municipale Gadaleta
04 maggio 2012

MOLFETTA – C’è una nuova  vittima dello strapotere del sindaco: il comandante della Polizia Municipale cap. Giuseppe Gadaleta (foto). Dal 1° maggio non è più il responsabile del corpo.
In pratica, il sindaco sen. Antonio Azzollini, non ha rinnovato l’incarico ad una persona che si era rivelata scomoda in diverse circostanze, estroettendo in pratica l'ufficiale. Non sappiamo se questa decisione sia legata a questi comportamenti oppure abbia altra natura. Fatto sta che Gadaleta si è rivelato scomodo sia nella vicenda dei presunti abusi edilizi commessi dall’ing. Rocco Altomare, collaborando con la Procura di Trani, sia in quella dei fruttivendoli abusivi, sanzionandoli in più occasioni. Ma il sindaco non si è costituito nemmeno parte civile con un provvedimento di giunta (come avvenuto per altri vigili) nel processo contro uno dei fruttivendoli, appartenente a una nota famiglia molfettese, che è accusato di aver minacciato il comandante per una multa ricevuta. Al processo del 17 aprile scorso, infatti, invece di costituirsi con delibera di giunta, all’ultimo momento il Comune ha rimediato, due ore prima, con una costituzione attuata con una delibera dirigenziale, troppo poco per dare un segnale politico forte e di rispetto della legalità.
Ricordiamo che anche nell’inchiesta della Procura sulla vicenda Altomare (l’ex responsabile dell’Ufficio territorio arrestato e poi liberato dopo 6 mesi per decorrenza dei termini), si fa riferimento a presunti ostacoli creati dallo stesso ingegnere ai pubblici ufficiale nell’esercizio delle proprie funzioni, in particolare in materia di abusivismi edilizi.
Cosa nasconde questa scelta del sindaco? La volontà di non procedere all’attribuzione della qualifica di dirigente per il dott. Gadaleta, che ne aveva fatto legittimamente richiesta? Il desiderio di liberarsi di un personaggio non considerato vicino alle sue posizioni? A parte il rischio, che ora si prefigura, di una possibile vertenza dello stesso Gadaleta nei confronti del Comune di Molfetta, con nuovo esborso di denaro pubblico e di spreco di soldi dei cittadini per la testardaggine e l’arroganza del sindaco, sul piano dell’immagine è un grave passo falso e un segnale negativo nel rispetto della legalità, che già lascia molto a desiderare in questa città. Il sindaco, probabilmente, non ha trovato le risposte giuridiche alle richieste del comandante e ha preferito sbarazzarsene senza tanti complimenti.
Il comandante Gadaleta si era guadagnato la stima e la considerazione della cittadinanza e anche della stampa per aver sempre compiuto il proprio dovere con competenza e onestà, malgrado le minacce (anonime e non) che lui e la sua famiglia avevano più volte ricevuto.
Sembra che anche il Ten. Camporeale, sia stato messo da parte dall’amministrazione comunale di centrodestra, guidata da Azzollini. Naturalmente in tutta questa vicenda l’assessore alla Polizia urbana, sig.ra Brattoli è praticamente assente, come è stata assente in molte circostanze che avrebbero richiesto la sua presenza. Anche perché la signora è tuttora priva di delega, come tutti gli assessori di Molfetta.
Il sindaco ora dovrà dare delle spiegazioni alla città per questa sua ultima scivolata, che rende ancora più preoccupante la gestione politica di un’amministrazione comunale che finora non ha prodotto nulla di buono per Molfetta e che sarà ricordata come la peggiore degli ultimi 50 anni. Vedremo, perciò, quali spiegazioni darà (se le darà) alla città per questo incredibile provvedimento, che lascia sconcertati i cittadini molfettesi.

Un ampio primo piano sulla vicenda sarà dedicato da Quindici sul prossimo numero in uscita il 15 maggio.

© Riproduzione riservata

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""









Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet