Recupero Password
Molfetta Calcio in caduta libera CALCIO
15 gennaio 2001

Al giro di boa dei tornei dilettantistici, ancora una volta registriamo che nessuna squadra locale è protagonista nei vari tornei. In Promozione il “Molfetta calcio” sta vivendo la sua stagione peggiore. I numeri dicono tutto: dopo 15 gare, penultimo posto a 13 punti, in virtù di 4 vittorie, un pareggio e ben 10 sconfitte, 16 reti all’attivo e 26 subite. Una situazione forse spiegabile, ma certamente non prevedibile dopo un discreto avvio. All’ottava giornata si poteva dire soddisfacente: 13 punti e quinto posto in classifica. Da allora in poi un disastro: 7 sconfitte, alcune eclatanti per punteggio, come il 5-1 patito contro il Palagianello, diretta concorrente per la salvezza. Una metamorfosi troppo evidente, che alimenta il dubbio di una scarsa consistenza tecnica dell’organico a disposizione del mister Di Giovanni. Il presidente Sergio Azzollini abbozza una spiegazione: “Purtroppo siamo continuamente in emergenza, tra infortuni e squalifiche, ogni domenica siamo costretti a fare a meno di pedine importanti. Siamo una squadra giovane che non può permettersi l’assenza dei vari Brattoli, Gadaleta, Buccheri, Cesario e Facchini, che costituiscono l’ossatura della squadra”. Le motivazioni del presidente sono certamente condivisibili. La difesa senza il tenace Gadaleta non è più la stessa, il centrocampo non può fare a meno dell’esperto Buccheri, e in avanti quando è mancato Brattoli (5 gol all’attivo), la squadra non è mai stata incisiva. Ma è anche vero che gli infortuni e le squalifiche sono situazioni prevedibili in un campionato che diventano però difficili quando si attrezza una squadra con gli uomini contati. E’ vero che l’obiettivo alla vigilia era di conquistare la salvezza e che tutto è ancora in gioco, ma per come si sono messe le cose, se non arriva subito qualche risultato positivo, la situazione potrebbe precipitare, anche perché strutturalmente la squadra sembra non avere la forza di lottare con quella tenacia che dovrebbe caratterizzare chi lotta per non retrocedere. Certamente tutto è ancora da giocare, anche perché in fondo alla classifica ci sono ben 7 squadre racchiuse in soli 4 punti. Note grigie anche da parte delle altre squadre. In Prima categoria, il “Levante” da qualche domenica è fermo a 18 punti, la situazione è ancora tranquilla, ma è evidente che la squadra diretta da Enzo Spadavecchia sta perdendo colpi. In Seconda categoria la “ProMolfetta” di Pino Sgherza, dopo aver assaporato la vetta della classifica, ha subito qualche battuta d’arresto e ora a 26 punti, con una gara da recuperare, è in ritardo di soli 5 punti dal vertice. Una gara in meno anche per la “Mazzola” che continua a galleggiare in fondo alla classifica a soli 9 punti. Quest’anno sono previste due retrocessioni e quindi i giovani granata di mister Azzollini, pur giocando in maniera spregiudicata (segnano spesso, ma incassano molto), hanno tutte le carte in regola per conquistare la permanenza. Francesco del Rosso
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet