Recupero Password
La Puglia in Cina. Il capodelegazione Stefano: più imprenditori che politici Prodi: la più grande missione istituzionale e imprenditoriale mai organizzata all'estero
14 settembre 2006

BARI - La Puglia vola in Cina a consolidare un ponte di simpatia e di scambi con la “tigre dell'Oriente”, il colosso mondiale che vive un'impressionante espansione economica e produttiva. Capo delegazione è il presidente della commissione permanente del Consiglio regionale allo sviluppo economico, Dario Stefàno, alla testa di una rappresentanza pugliese più manageriale che politica, che a sua volta rappresenta una componente di spicco di quella che il presidente del Consiglio dei Ministri, Romano Prodi (nella foto con un ministro cinese), ha definito “la più grande missione istituzionale e imprenditoriale mai organizzata all'estero”. Momento chiave della “spedizione” in Cina, sarà la partecipazione di una variegata delegazione commerciale italiana, guidata da Prodi e dal ministro Bonino, al Cismef, la Fiera di Canton della piccola e media impresa. Un Forum dedicato al sistema Italia illustrerà le peculiarità, i punti di forza e gli aspetti di competitività del nostro Paese. All'interno di questa offerta complessiva, la Puglia proporrà le caratteristiche che la rendono “Porta d'Oriente”, come ha confermato il premier. Più imprenditori, meno politici. “La nostra è una missione che segna innanzitutto una linea di discontinuità col passato”, ha detto Stefàno anticipando quanto la Puglia si attende dalla trasferta cinese e quanto può offrire al potente partner commerciale. “Ad una ristretta delegazione istituzionale – ha fatto notare Stefàno - si aggiunge una significativa rappresentanza del sistema Puglia, del mondo imprenditoriale e del partenariato. La nostra presenza mira a condividere con l'intero Paese una strategia culturale ed economica nuova. Obiettivo è avviare una strategia italiana di sviluppo degli scambi con la Cina, ma allo stesso tempo vogliamo lanciare un segnale chiaro e proporci come piattaforma per gli investimenti cinesi nel Paese”. In questo ambito la Puglia gioca la carta delle sue potenzialità, facendo leva sulla collocazione geografica privilegiata, di accesso tra l'Oriente e l'Europa. “Non si può correre da soli – assicura il presidente Stefàno – questa è una partita decisiva, nella quale bisogna fare squadra con le altre regioni, in particolare del Mezzogiorno. La politica estera va integrata e condivisa col sistema Italia e nel quadro della proposta complessiva avranno spazio e visibilità le proposte regionali di qualità”. Sono previsti Forum per presentare, tra gli altri, i quadri normativi di riferimento della Puglia e il patrimonio di dotazioni infrastrutturali: porti, aeroporti, nodi intermodali. Canton è una vetrina, tocca alla Puglia mostrare la sua immagine più bella, ma anche più realistica, per attrarre investimenti e collaborazioni internazionali.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet