Recupero Password
L'impegno sociale dei Supermercati Dok per l'Africa L'impresa “Megamark”, oltre a garantire qualità e convenienza, è impegnata sul fronte della solidarietà
15 giugno 2004

I supermercati Dok e la solidarietà sociale, un binomio ormai inscindibile che da anni punta al sostegno di quelle popolazioni dell'Africa che vivono in situazioni drammatiche anche per la carenza di un bene fondamentale e primario come l'acqua. Recentemente si è concluso il concorso promosso dai Lions club del Nordbarese e organizzato dal quotidiano “La Gazzetta del Mezzogiorno” che ha entusiasmato gli studenti di ogni età ma anche i dirigenti scolastici, i docenti, i genitori e gli sponsor. Tra questi anche l'impresa "Megamark" di Trani, che serve la nota catena di supermercati DOK e che ha messo a disposizione dei ragazzi 24 borsoni sportivi pieni di prodotti alimentari. Questa “attenzione” a sostenere lo sviluppo del territorio non è che un aspetto della “sensibilità sociale” dei supermercati DOK. Indicativa è la crescente fiducia delle tantissime famiglie/consumatori che quotidianamente riconoscono questi valori ai supermercati DOK, oltre l'impegno nel garantire sicurezza alimentare e convenienza. Le famiglie sentono di essere protagoniste di un mondo più rispettoso della dignità umana e di contribuire con la spesa giornaliera, al miglioramento del livello di vita dei meno fortunati. E' il caso della campagna di solidarietà avviata dai supermercati Dok a settembre 2002 denominata "L'acqua per Maridi", progetto ideato dall'Amref (Fondazione africana per la medicina e la ricerca) Italia a sostegno del Sudan meridionale. Da Maridi, la città più vicina per i periodici approvvigionamenti si trova in Uganda a circa 400km, percorribili in non meno di 10 ore. La guerra civile che dura da più di 20 anni, tra le più lunghe e devastanti del continente africano, ha avuto un effetto distruttivo sull'intero territorio del paese e il Sudan può essere oggi considerato uno tra i Paesi più svantaggiati al mondo, dove perfino l'acqua diventa un bene preziosissimo e ricercato. Il progetto "L'acqua per Maridi", si inserisce in un programma più ampio di miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie, che Amref si accinge ad attuare in collaborazione con gli organi istituzionali del Sudan. In particolare si tratta della costruzione e manutenzione di pozzi per l'approvvigionamento idrico. Le trivellazioni sono già partite e grazie al sostegno dei clienti dei supermercati DOK e si iniziano a vedere i primi risultati, come dimostrano gli avanzamenti documentati con servizi fotografici della stessa Amref. Sono stati trivellati cinque pozzi in punti diversi, quelli attualmente in funzione sono 3. La costruzione di questi pozzi ha migliorato gli stili di vita di tutta la comunità, circa 300.000 persone, compreso il personale dell'Istituto per la formazione di assistenti medici di Maridi, voluto dall'Amref. "Aiutiamo l'Africa a non avere più bisogno di aiuto". E Giobbe Covatta (nella foto), testimonial per l'Amref aggiunge: "Tutti insieme aiuteremo un bambino a non prendersi il colera, la sua mamma a non fare 8 ore a piedi per trovare un po' d'acqua e noi ci sentiremo un po' meglio… Basta poco, che ce vò?".
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet