Recupero Password
Il neo sindaco Azzollini: domani mattina sarò già in Comune; il pomeriggio in Senato Il neo sindaco vuole accellerare i tempi
12 giugno 2006

MOLFETTA - Ha fatto il pienone di abbracci e di baci, oggi, il sindaco/senatore Antonio Azzollini, non si sa nemmeno come appellarlo. E per fortuna che, accogliendo, come lui stesso ha dichiarato, la moral suasion dei cronisti di Quindici on line, subito prima che il risultato diventasse certo è andato di corsa almeno a farsi la barba. Su un cambiamento di look, invece, nemmeno a sperarci, lui si piace così e a quanto pare anche i molfettesi apprezzano, visto che lo hanno preferito in modo così netto all'antagonista Lillino di Gioia. Sprizza gioia da tutti i pori, avvolto in una bandiera di Forza Italia, il suo partito, mentre alla testa di un corteo di sostenitori (nella foto), conquista fisicamente Piazza Municipio, dove improvvisa una sorta di comizio di ringraziamento e continua a rispondere a telefonate di congratulazioni ed a rilasciare dichiarazioni alla stampa. Ha tutto chiaro in testa, già domani vuol presentarsi in Comune. L'idea fissa è quella del porto, del bando per l'inizio dei lavori per cui non vuol porre tempo in mezzo e poi, c'è un'altra cosa che vuol fare subito, avviare l'intervento per l'abbattimento delle barriere architettoniche al Liceo Classico. Questo in mattinata, nel pomeriggio sarà a Roma, dove lo attende un impegno come senatore. “Chiederò il dono dell'ubiquità a Berlusconi – ironizza il neo sindaco – quello della bilocazione, propria dei santi, ce l'ho già”. Sì, vuole bruciare i tempi, chiede ai cronisti informazioni sulla liceità di nominare la giunta prima della convocazione del Consiglio Comunale di insediamento, ma non si sbottona sui nomi e sulla composizione. “Sentirò i partiti – afferma – perché sarò il capo di una maggioranza politica”. Dai suoi viene la notizia che ci dovrebbero essere quattro assessorati a Forza Italia, primo partito della coalizione, mentre vice sindaco dovrebbe essere un esponente dell'Udc, seconda forza. Il sindaco Azzollini (nella foto con il fratello Nicola) né conferma né smentisce, si limita a dire: “Manterrò i patti, saranno rappresentate tutte le formazioni politiche che mi hanno assicurato il loro appoggio, anche solo al secondo turno, naturalmente in modo adeguato rispetto al consenso ottenuto dalle urne”. Svicola, ricorrendo ad un giro di parole, al dire e non dire, quando gli chiediamo se alla gestione parteciperà anche Pino Amato (con il sindaco Azzollini e l'on. Amoruso nella foto). Mentre parla, la lista delle cose da fare, tutte “entro settembre”, si allunga, c'è anche da mettere mano al nuovo regolamento del Consiglio Comunale: “Non è possibile che le cose vadano avanti come in questi cinque anni, in cui si chiedevano cinque minuti di sospensione e si andava a casa a mangiare. Le riunioni di maggioranza andranno fatte prima del Consiglio, non durante, quelle possono anche durare notti intere, le sedute nell'aula Carnicella devono funzionare”. C'è un'altra cosa che vuol fare immediatamente, querelare D'Ingeo: “Ha scritto che ho distratto dei fondi pubblici, con la legge che ha autorizzato la ricostruzione delle palazzine di Via Aldo Fontana, parlando addirittura di truffa. E' una falsità clamorosa. Una legge dispone e non distrae proprio niente”. Detto ciò, va via, trascinato dai suoi, ancora per festeggiare e forse per cominciare a discutere di come tradurre in realtà questi intenti. Ultime dichiarazioni tutte per la stampa, che non teme e il cui lavoro vuole sostenere. Nel prossimo numero di "Quindici" a giorni in edicola, notizie, interviste al nuovo sindaco e ai protagonisti delle lezioni amministrative, commenti, curiosità, i nuovi consiglieri comunali, prospettive. Insomma, tutto sulle elezioni insieme alle consuete pagine di notizie, inchieste, cronache, cultura, sport. Appuntamento fra pochi giorni con "Quindici", il tuo giornale a Molfetta.
Autore: Lella Salvemini
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""











Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet