Recupero Password
I commercianti: l'amministrazione comunale ci ha abbandonati al nostro destino. Con il Fashion District chiuderemo tutti
15 giugno 2005

“La situazione del commercio locale è drammatica e l'apertura della Città della Moda non farà che peggiorare la situazione”. Non usa giri di parole Mauro Panunzio, presidente dell'Associazione di commercianti locali “Molfetta Shopping”, nel commentare l'imminente inaugurazione, nella zona Asi della nostra città, della grande galleria commerciale della Fashion District (nella foto, i lavori per la realizzazione della "Città della Moda"). “La crisi del nostro settore, causata dalla stagnazione economica che investe tutto il Paese, è sotto gli occhi di tutti e sta già portando alla cessazione di molti esercizi, – ci ha detto Panunzio, a margine della conferenza stampa di presentazione dell'Outlet – se a questa si aggiunge anche la concorrenza, per noi insostenibile a causa delle diverse dimensioni, portata da strutture come la Città della Moda, saranno sempre di più i nostri negozi che saranno costretti ad abbassare definitivamente le serrande, con danni enormi per tutti”. Ma l'obiettivo delle critiche di Panunzio non è certo la Fashion District “che, in quanto società privata, fa gli investimenti che ritiene più opportuni dove crede”, ma l'amministrazione comunale di centrodestra, sorda, stando a quanto denuncia l'associazione Molfetta Shopping, a tutte le richieste di confronto: “Sono mesi che abbiamo chiesto all'amministrazione l'avvio di un tavolo di concertazione che riunisca noi, l'Amministrazione e i rappresentanti della Fashion District, al fine di trovare delle soluzioni praticabili che tengano conto anche delle nostre esigenze. Le nostre richieste sono rimaste, però, del tutto inascoltate e questo dimostra che non c'è nessuna attenzione per la nostra situazione”. Eppure l'assessore al commercio Pino Amato, durante la conferenza stampa, ha dichiarato di aver avviato un dialogo con voi… “Ma questo dialogo non ha portato assolutamente a niente. Ora vogliamo quelle risposte concrete che aspettiamo da mesi. A settembre la Città della Moda apre e noi non siamo assolutamente preparati per assorbire un insediamento di queste proporzioni. Abbiamo fatto tante proposte, tra le quali quella di istituire dei bus navetta che colleghino la città con quella struttura, ma anche su questo non abbiamo avuto nessuna risposta”. D'accordo ma non si può negare che il Parco Tematico costituisca, nel complesso, una opportunità per la nostra città, anche dal punto di vista occupazionale… “Guardi, la mia associazione riunisce circa 120 aziende che meritano rispetto e considerazione. Se molte di queste dovessero chiudere, chi penserà ai nostri dipendenti che resterebbero comunque senza un lavoro?”. Durante la conferenza stampa, ha annunciato lo stato di agitazione del settore del commercio. In cosa consisterà? “Lo scorso 19 maggio c'è stata la riunione dell'Associazione in cui sono emerse tutte queste problematiche ed abbiamo deciso di muoverci per cercare di tutelarci. La prima azione cui stiamo pensando è quella di contattare tutte le nostre aziende fornitrici al fine di sensibilizzarle a non aprire negozi nella Città della Moda. Speriamo così di ottenere qualche risultato. Ma chiediamo, lo ribadisco, l'avvio di un tavolo di concertazione per ripensare tutto il sistema altrimenti le conseguenza per noi saranno gravissime” Come risponde a chi accusa lei e la sua associazione di essere strumentalizzati politicamente? “Queste accuse non mi toccano né mi riguardano. Io sono sempre stato apolitico e continuerò ad esserlo. Almeno fino a quando resisterò, perché qui la situazione sta diventando davvero insostenibile!”. Giu. Cal.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet