Recupero Password
Gratta-e-vinci, nuova moda maniacale  
15 marzo 2007

Ormai è diventata una vera e propria mania. Aumenta il numero dei molfettesi che decidono sempre più spesso di investire le loro finanze nell'acquisto di un grattaevinci, sperando di avere finalmente un po' di fortuna. Si comincia col giocare ogni tanto, quando si ha in tasca qualche spicciolo e si vuole “provare”. Con il passare del tempo i giocatori sporadici diventano assidui frequentatori delle tabaccherie: ormai i tabaccai conoscono a memoria le loro facce. Giocano le casalinghe e le persone più anziane che dopo aver fatto la spesa si ritrovano in tasca le tanto insopportabili monetine e acquistando il “magico” tagliando entrano a far parte della schiera dei giocatori sporadici. Ci sono poi i giocatori ossessivi, quelli che spendono moltissimo denaro acquistando i grattaevinci più costosi e che offrono premi più ricchi. I più giovani fanno addirittura delle collette sperando di veder raddoppiare o anche triplicare un investimento che potrebbe permettere di trascorrere una serata diversa, sicuramente più ricca. Padri di famiglia ogni giorno acquistano i tagliandi della fortuna credendo che una vincita potrebbe risollevare le sorti delle loro finanze, e perfino i più piccoli spesso chiedono di acquistare un grattaevinci al posto del pacchetto di patatine, perché è così divertente grattare via la patina argentata con la monetina. Quella del grattaevinci è la mania di quest'anno. Tra i giochi d'azzardo legali è il più apprezzato e il più semplice da giocare: basta solo munirsi di un gettone e grattare incrociando le dita. Moltissimi giocatori riescono a realizzare i loro desideri e a portarsi a casa un piccolo bottino. Lo si può notare dalle vetrine delle varie tabaccherie che sempre più spesso sono ricoperte da notizie di vincite: le più frequenti si aggirano intorno ai mille euro ma i premi più bassi sono quelli che inducono il giocatore a continuare a provare perché “se ho vinto una volta potrò vincere di nuovo”. Per assecondare questa mania è stato installato nei pressi di Corso Umberto un distributore automatico di grattaevinci, simile a quello già utilizzato per le sigarette. Accanto al distributore è stato posizionato un bidone, continuamente stracolmo di tagliandi già utilizzati, e se siete fortunati, nel tardo pomeriggio, vi può capitare di trovare davanti a questo distributore una fila di persone in attesa di tentare la fortuna. Per chi non avesse voglia di uscire di casa per acquistare il grattaevinci basta collegarsi ad internet e accedere ai vari siti che offrono questo servizio: con un click potrete vincere premi ricchissimi e anche scegliere il vostro grattaevinci preferito tra la vasta gamma presente. Vincere diventa sempre più facile, o così sembra, ma resta il fatto che chi trae maggiore giovamento da questa nuova ondata di gioco è il nostro Stato, sempre a corto di soldi, ma non certo quei pochi fortunati vincitori a fronte di tanti illusi, ma instancabili giocatori. Ma la sensazione che si prova quando si scopre di aver vinto è più forte di qualunque tipo di buonsenso e il grattaevinci resterà l'emblema di chi la fortuna non la sta ad aspettare, ma le corre incontro. Anche, spesso, inutilmente.
Autore: Alina De Gennaro
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet