Recupero Password
Grande colpo della Pallavolo Molfetta, acquistato Francesco Piccioni
06 agosto 2010

MOLFETTA - Francesco Piccioni alla corte di Pino Lorizio. E con lui la Pallavolo Molfetta compie l'ennesimo salto di qualità. Lo schiacciatore calabrese è la vera e propria ciliegina sulla torta preparata dalla società molfettese, visto che con lui si completa il roster che, sulla carta, partirà titolare nella prossima stagione.
Classe '76, Piccioni cresce nella Pallavolo Lamezia, dove trascorre cinque stagioni, dal 1998 al 2003, mettendosi già in luce in A2. In questa categoria disputa pure le stagioni 2003-04 e 2004-05, rispettivamente con Forlì e Corigliano, che gli valgono la chiamata a Vibo Valentia in A1. Nel torneo dei big Piccioni resta per due annate, prima di decidere di tornare nella città degli esordi. Nel 2007 passa infatti al Lamezia, dove le sue qualità continuano a spiccare. Spiccheranno anche a Chieti nella stagione successiva e soprattutto a Gela dove, nel campionato appena concluso, ottiene la promozione diretta in A2.
"Dopo aver vinto il campionato mi aspettavo forse di poter difendere la A2 - afferma Piccioni - ma così non è stato e quindi ho optato per una società ambiziosa, che avesse una storia importante. Molfetta risponde in pieno a questi requisiti e quindi ho accettato con entusiasmo di far parte di questo gruppo". Un gruppo formato prevalentemente da giovani rampanti, di cui lui e Valente fungeranno quasi da guida. Non solo vecchietti terribili, ma atleti pronti a mettersi per l'ennesima volta in discussione. "La società ha lavorato bene - prosegue il martello calabrese - realizzando un bel mix di gioventù ed esperienza. Io e Valente siamo i più grandi e dovremo dare tranquillità. Anche se i giovani che ci sono hanno già ottima esperienza ad alti livelli. Dovremo compattarci presto e lavorare perbene in palestra".
Per l'inizio del campionato è ancora presto (l'esordio è previsto il 16 ottobre), eppure la pubblicazione dei calendari già consente di farsi un'idea della stagione. "Sarà un campionato molto difficile - dice - perché la riduzione delle squadre nei gironi ha fatto in modo che i giocatori di fascia più alta si distribuissero in molte società. Prevedo grande equilibrio, non ci sarà una squadra ammazza-campionato".
E la Pallavolo Molfetta? "Dobbiamo essere prudenti, migliorarci partita dopo partita, senza mai rilassarci. Del resto il calendario non lo consente, visto che già contro Catania e Sorrento (prime due giornate, ndr) ci sarà da lottare. Dobbiamo stare tranquilli e lavorare, solo così arriveranno i risultati".
 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet