Recupero Password
Ecco chi entrerà in consiglio comunale Le ipotesi dopo il ballottaggio fra Drago e Minervini
15 giugno 2022

I cittadini di Molfetta saranno chiamati nuovamente alle urne domenica 26 giugno per il turno di ballottaggio delle elezioni comunali. La scelta del candidato sindaco si è ristretta a due nomi: Tommaso Minervini delle liste civiche e Lillino Drago del centrosinistra allargato (il cosiddetto “campo largo” del segretario nazionale Enrico Letta); gli altri due Pietro Mastropasqua e Giovanni Infante entreranno di diritto. Dopo l’elezione del sindaco si conosceranno anche i nomi dei consiglieri comunali eletti, anche se la coalizione di Minervini, avendo superato il 50%, avrà comunque 15 seggi senza dover aspettare il premio di maggioranza, che prevede l’assegnazione del 60% dei consiglieri al sindaco vincente, per garantirgli la governabilità. Questo, come abbiamo già scritto, determinerà la situazione del lame duck, come lo chiamano gli anglosassoni, l’anatra zoppa che vede un sindaco che dovrà governare con una maggioranza formata da consiglieri di opposizione. Vediamo le due ipotesi. In caso di elezione di Tommaso Minervini Alla maggioranza andrebbero 15 seggi, alle opposizioni 9 (5 per la coali- zione Drago, 3 a Mastropasqua e 1 a Infante). Ecco gli eletti: Coalizione Minervini: Nicola Piergiovanni, Angela Amato, Annalisa Petruzzelli, Giacomo Salvemini, Onofrio de Gioia, Elena Ginosa, Robert Ama- to, Maridda Poli, Vito Paparella, Antonella Crocifero, Enzo Spadavecchia, Giacomo Rossiello, Carmela Minuto, Sergio De Candia, Antonio Ancona. Coalizione Drago: Lillino Drago, Gabriella Azzollini, Felice Spaccavento, Sergio Rutigliano, Domenico Gagliardi. Coalizione Mastropasqua: Pietro Mastropasqua, Ippolita Germinario, Mauro Binetti. Coalizione Infante: Giovanni Infante. Questi i consiglieri in caso di elezione di Lillino Drago (in questo caso non è previsto il premio di maggioranza, quindi Minervini si assicurerebbe sempre 15 consiglieri, gli stessi indicati prima. Coalizione Lillino Drago: Gabriella Azzollini, Alberto d’Amato, Felice Spaccavento, Sergio Rutigliano, Domenico Gagliardi. Coalizione Mastropasqua: Pietro Mastropasqua, Leo Binetti, Ippolita Germinario, Nico Bufi, Adamo Logrieco. Coalizione Infante: Giovanni Infante. I consiglieri che verranno nominati assessori, dovranno dimettersi irrevocabilmente dal consiglio e al loro posto subentrerà il primo dei non eletti nella stessa lista. Nel caso in cui il sindaco, nel corso dei suoi 5 anni di mandato, decides- se di sostituirli, questi consiglieri sarebbero completamente fuori dal consiglio e dalla giunta: una spada di Damocle che terrà gli assessori sotto la stretta dipendenza del sindaco. © Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet