Recupero Password
Deteneva hashish nella carrozzeria: arrestato dai carabinieri di Molfetta Droga anche in casa di un sorvegliato speciale finito in manette. Operazione antidroga anche ad Andria
15 marzo 2007

MOLFETTA - Il primo è stato trovato in possesso di 150 grammi di hashish, rinvenuta all'interno della propria autocarrozzeria, nascosta tra le lamiere in disuso; il secondo, invece, nascondeva cocaina ed hashish nell'armadio della camera da letto. Con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Vincenzo Troia, 36enne carrozziere, noto alle forze dell'ordine e Michele Giangaspero, 26enne operaio, sorvegliato speciale di p.s., entrambi di Giovinazzo, sono stati arrestati l'altra sera dai Carabinieri della Compagnia di Molfetta, a conclusione di un mirato servizio finalizzato al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso della perquisizione eseguita presso l'abitazione del Giangaspero, i militari hanno rinvenuto nell'armadio, oltre a 14 dosi di cocaina e ad altrettante dosi di hashish, anche del materiale utile al confezionamento ed un bilancino tascabile di precisione. Tutto quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro, mentre i due arrestati sono stati associati presso la Casa Circondariale di Bari, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria locale. ANDRIA, altro spacciatore finito in manette Non conosce soste la lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti da parte dei Carabinieri che, ieri pomeriggio, hanno arrestato il censurato Riccardo Pizzolorusso, andriese di 36 anni. Ieri pomeriggio, durante un servizio antidroga, i militari appostatisi nel quartiere Monticelli, hanno notato che Pizzolorusso, a bordo del suo scooter (un Suzuki 125), stava spacciando la droga ai tossicodipendenti in transito. Una volta “studiati” i suoi movimenti, i Carabinieri sono intervenuti bloccando le vie di fuga e procedendo ad un immediato controllo. La conseguente perquisizione ha dato esito positivo. Pizzolorusso, infatti, è stato trovato in possesso di undici dosi di eroina per complessivi otto grammi e la somma di 80,00 euro, provento dell'attività illegale. Sia la droga che il danaro sono stati sottoposti a sequestro, insieme alla moto utilizzata per distribuire la sostanza proibita agli acquirenti. Condotto negli Uffici della Compagnia di Andria è stato dichiarato in stato di arresto. Dopo le formalità di rito è stato accompagnato nel carcere di Trani a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet