Recupero Password
Democrazia è partecipazione: è tempo di ricostruire il patto politico in maggioranza a Molfetta
18 dicembre 2015

MOLFETTA - Quel che è successo in Consiglio comunale il 15 ed il 16 dicembre scorsi, quando, per le numerosissime assenze tra i banchi della maggioranza, è stato possibile raggiungere il numero legale necessario per poter avviare i lavori della massima assise cittadina solo per la presenza di una consigliera di opposizione, eletta nelle fila del centrodestra, impone una riflessione.

E’ ormai indifferibile la necessità di un chiarimento politico profondo, in maggioranza, per ridiscutere il patto politico alla base di questa esperienza di governo che è nata sotto il segno del cambiamento e non può trascinarsi tra tatticismi e imboscate che rimandano alle pagine più buie della storia politica cittadina e portano alla inevitabile paralisi dell’attività amministrativa.

I consiglieri comunali del movimento “Democrazia è Partecipazione” sono stati diligentemente al loro posto, in questi due giorni, per garantire – come sempre – il loro contributo per il bene della collettività, e tanto hanno fatto con grande senso di responsabilità verso la comunità del centrosinistra molfettese e lealtà verso l’amministrazione che convintamente sosteniamo.

Diversamente, martedì 15 dicembre, mancavano 6 consiglieri comunali su 7 del Partito Democratico, mentre, il giorno successivo, erano assenti in 5 fra i consiglieri comunali del PD. Si registrava anche l'assenza del consigliere comunale eletto nella lista civica “Signora Molfetta” in entrambe le sedute.

E' evidente che non si può accettare che forze politiche che occupano rilevanti postazioni di potere in Giunta o nelle società partecipate, disertino i lavori del Consiglio Comunale rendendo di fatto impraticabile l’attività amministrativa che – lo ricordiamo – dovrebbe essere finalizzata a risolvere i problemi dei cittadini, piuttosto che ad assecondare le aspirazioni di pochi.

E’ altrettanto evidente che quanto accaduto segna, piuttosto, l’esistenza di un profondo disagio che alberga principalmente nel Partito Democratico, forza politica che – lo ricordiamo – ha imposto e ottenuto, solo pochi mesi fa, un rimpasto di Giunta all’esito di una crisi amministrativa nella cui risoluzione è mancata la cosa più importante: la politica.

Siamo stati scelti dagli elettori per cambiare Molfetta e non è in questo modo che onoriamo il patto sottoscritto con la città.

I cittadini, nel 2013, ci hanno affidato una grande responsabilità. Abbiamo il dovere di non deluderli.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet