Recupero Password
Capurso – Molfetta calcio 2 – 0. I biancorossi cadono nel fango di Capurso
12 dicembre 2005

MOLFETTA – 12.12.2005 Un campo al limite della praticabilità e un arbitro che ha portato sfortuna, il foggiano Lombardi, lo stesso della sconfitta di Corato. E' il contesto in cui è maturata la seconda sconfitta stagionale del Molfetta che dopo cinque turni perde il vertice della classifica, in favore del Capurso. Quando le squadre si sono presentate al campo si sono trovati di fronte ad un pantano. Più volte i molfettesi richiamavano l'arbitro a verificare le condizioni del campo, convinti della necessità di sospendere la gara, ma il signor Lombardi non ha voluto sentir ragioni. Inutili le proteste quando dalla metà del secondo tempo anche la visibilità non era delle migliori. Più che una gara di calcio è stata un match di pallanuoto, con la palla frenata dalle pozzanghere e i giocatori in equilibrio precario. L'unico modo di far correre la palla erano pale inattive, calci d'angolo e punizioni che generavano continue mischie che si evolvevano quasi sempre in favore del Capurso, dotato di una maggiore prestanza fisica. In queste condizioni le valutazioni arbitrali diventano determinanti. Da questo punto di vista il Molfetta è stato pure sfortunato, perché le decisioni dell'arbitro hanno influito in entrambe le reti del Capurso. Nel primo tempo Paparella, che ha sostituito Uva squalificato, in possesso di palla veniva agganciato da un avversario, ma per l'arbitro era tutto regolare. Analogo contrasto al limite dell'area biancorossa e l'arbitro questa volta assegnava una punizione dal limite per i padroni di casa. Il tiro su punizione veniva deviato dalla barriera e la palla beffarda terminava a rete per il vantaggio del Capurso. Nel secondo tempo la cronaca registrava continue mischie in ogni parte del campo. Il Molfetta con fatica cercava di buttare la palla in avanti, con il Capurso chiuso in difesa a proteggere il vantaggio. In contropiede il raddoppio, viziato secondo i molfettesi da un evidente fuorigioco ignorato dalla terna arbitrale. Nell'occasione per proteste veniva espulso l'allenatore molfettese. I biancorossi avevano da ridire su un atterramento in area di D'Aloia, ma anche stavolta l'arbitro sorvolava. Il tecnico Gaetano Barione amareggiato ci ha dichiarato: “Siamo rammaricati non tanto per la sconfitta, contro il Capurso che ha un organico competitivo si può anche perdere, quanto per il modo in cui è maturata: condizioni atmosferiche impraticabili e un terreno pieno di pozzanghere, non ci hanno consentito di fare la nostra partita. Peccato, mi sarebbe piaciuto giocare in un contesto diverso, una vera partita di calcio”. Risultati 16ª giornata: Canosa – Arpifoggia n.d., Castellaneta – Conversano 0-4, Corato – Trani 2-1, Capurso – Molfetta 2-0, Acquaviva – Laterza n.d., Nuova Daunia – Pro Gioia n.d., Polignano – San Severo n.d., Castellana – Toritto 2-0. Classifica: Capurso 35, Molfetta 34, Conversano e Corato 33, Castellana 30, ,Acquaviva e Pro Gioia 25, Canosa 21, Trani 19, Nuova Daunia Fg 18, Castellaneta 16, Polimnia 15, San Severo e Laterza 14, Toritto 11, Arpifoggia 1 *Una gara in meno Arpifoggia, Canosa, Acquaviva, Laterza Nuova Daunia, Pro Gioia, Polignano e Toritto. Prossimo turno 17ª giornata: Conversano-Acquaviva, Corato-Laterza, Pro Gioia-Capurso, San Severo-Canosa, Arpifoggia-Castellana, Molfetta-Castellaneta, Toritto-Nuova Daunia, Trani-Polignano. Commento del girone Giornata caratterizzata dal maltempo, con ben quattro gare non disputate per l'impraticabilità dei campi. Anche dove si è giocato, i terreni allentati hanno fortemente condizionato le partite. In pratica a Capurso, Castellaneta, Castellana e Corato, si è giocato nel fango, al limite della praticabilità. E' curioso che si sono giocate solo le gare riguardanti le squadre di vertice. Nel fango di Capurso il Molfetta ha lasciato il primo posto, in una gara che l'arbitro Lombardi ha voluto portare a termine nonostante il campo fosse un pantano e la visibilità fosse scarsa. Il Capurso ha sfruttato al meglio la maggior prestanza fisica e una certa dose di fortuna. Le vittorie del Conversano a Castellaneta e del Corato nel derby contro il Trani, hanno accorciato la classifica che vede ben 4 squadre in soli due punti. Domenica prossima tra le squadre di vertice, la gara più difficile spetterà alla capolista Capurso che sarà ospite del Pro Gioia. Francesco del Rosso
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet