Recupero Password
Battiti per Gabriella, un dialogo attraverso la poesia
15 aprile 2019

C’è un posto nel cuore riservato a pochi. E’ un posto che ha dovuto lottare per far sì che non fosse occupato dal dolore, un posto che ha dovuto imporsi sulla logica dell’odio e della rassegnazione, un posto per accedere al quale occorre chiudere un cassetto ove raccogliere le lacrime e spalancare un altro per riporre i ricordi, i più belli, i più gioiosi, quelli indelebili che, come una brezza riscalderanno l’inverno dell’anima e porteranno sollievo in estati ardenti. Difficile se non impossibile riuscire a trasformare il dolore in un messaggio di amore, in un inno alla vita ma lei l’ha fatto. Gabriella Cipriani, una ragazza pulita, sognatrice, studiosa, essenza di valori morali, concentrato di passione e volontà, ha raccolto una comunità attorno a lei, ai suoi cari privati di un fiore reciso tragicamente il 16 maggio 2014. Attorno ai suoi cari si sono ritrovati genitori increduli, coetanei privati dell’amica sempre presente ed insostituibile. Rossella Pompilio non conosceva Gabriella. Rossella è la mamma di una violinista che quel giorno faceva parte dell’ensemble di musicisti che avrebbero suonato per l’inaugurazione del teatro di Craco. Un camion guidato da un autista in stato di ebbrezza falcia le tre auto su cui viaggiano i giovani musicisti. Le note del violino di Gabriella si interrompono bruscamente, i suoi compagni rimangono feriti o illesi. Rossella inizia a percepire l’eccezionalità di essere una madre miracolata. Sua figlia è viva! Nasce però in lei la necessità, il bisogno di “sentire” Gabriella. Vuole conoscerla, parlarle, varcare il muro silenzioso della morte. Inizia così un dialogo, un carteggio tra lei e Gabriella, i suoi scritti, i suoi spartiti, le sue poesie. Ogni mese, il 16, Rossella scrive una poesia, ogni mese dal 2014 e poi a Natale, per il compleanno di Gabriella ed inizia a scoprire la grandezza di questa giovane donna che con discrezione e tenacia, portava avanti i suoi studi e i suoi sogni. Battiti per Gabriella è il dialogo che si oppone alla morte, al suo silenzio, una sfida, una promessa. Rossella e Gabriella, in un alternarsi di scritti, di poesie, si conoscono, si apprezzano, si sentono spontaneamente perché tutto ciò che nasce dal cuore non è cercato. “Non ho ascoltato i violini piangenti di te nella festa dei cherubini trasparenti. Non ho pregato la sera dei tuoi anni perduti”. Rossella non accarezza il dolore, Gabriella è per lei, e per tutti, una presenza viva, vera, perché per Gabriella tutto era vita, scoperta, meraviglia. “Guardare esplorare la tua mano, incuriosirsi, stupirsi per le tue mani. Sognare, immaginare le tue dita. Scorre sull’ebano quasi surreale... e produce musica celestiale”. (Gabriella). Battiti per Gabriella è una raccolta di frammenti di anime, quelli di una mamma e quelli di una giovane donna che si apriva alla vita, storie che si intersecano grazie alla musica. Michele, Giulia, Nicola ed Antonio Cipriani hanno accolto il dono di Rossella come un balsamo ad un inestinguibile dolore di mamma, di papà, di fratello. Gabriella era ed è ora più che mai, perché grazie ad una famiglia che porta dignitosamente il proprio dolore, è nata l’Associazione musicale Gabriella Cipriani a cui saranno destinati i proventi della raccolta Battiti per Gabriella, per borse di studio, masterclass ed eventi culturali. “Giungerà il giorno che le mie dimenticanze scorderanno di dire parole. Ma ora e ancora sei dentro i miei versi. Stai con me, con noi, come una nuova, invisibile, discreta e leggera presenza da conservare ed amare” (Rossella Pompilio).

Autore: Beatrice Trogu
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet