Recupero Password
Anche Molfetta è… di ruolo
15 settembre 2006

Una delle realtà meno conosciute ai molfettesi più adulti è quella del gioco di ruolo, il nuovo passatempo che ha contagiato i più giovani, e che per alcuni è diventato un vero e proprio stile di vita, un modo di essere. Anche Molfetta sta subendo il fascino del gioco di ruolo. Quante volte avete visto i vostri figli, nipoti, cugini giocare tra di loro con delle carte particolari, raffiguranti mostri o scene fantasy? Bè… avete assistito allo svolgimento di uno dei giochi più in voga del momento, in questo caso svolto a livello amatoriale: magic. Piccoli tornei casalinghi diventano il campo d'allenamento per partecipare in seguito a veri e propri tornei ufficiali, che con il passare del tempo attirano un pubblico sempre più giovane e sempre più folto. Durante il gioco di ruolo i giocatori prendono le sembianze di personaggi immaginari, che abitano un mondo alternativo, in cui vigono regole e leggi precise. Dal 1995 a Molfetta esiste una vera e propria associazione che si occupa di diffondere la cultura del gioco di ruolo, organizzare tornei e riunire sotto un unico nome tutti gli appassionati del genere. L'associazione ludico-culturale Palantir, sita in via Ten. Ragno 33, nasce dall'idea di un gruppo di giovani giocatori, che ha sentito l'esigenza di “tramandare” le loro abilità, di facilitare la conoscenza dei giochi, di agevolare lo scambio di materiale e di adoperarsi per l'organizzazione di tornei. Dopo essere entrato a far parte del Game Network Raven-Cup, il Palantir è diventato un punto di riferimento per tutti i molfettesi appassionati del genere, che si sentono così parte integrante della loro stessa passione. Sempre di più sono i giocatori che partecipano a tornei di magic ma anche di Risiko, Monopoli, bang, gare di videogames su playstation2. Proprio quest'anno, precisamente il 16 luglio 2006, l'associazione Palantir ha organizzato nella zona della fabbrica S. Domenico la manifestazione “Melficta ludica” in cui alcuni stand dimostrativi spiegavano lo svolgimento del gioco di ruolo. Alcune squadre si sono poi sfidate sul campo. Un altro dettaglio che va a sottolineare il grande interessamento dei molfettesi al gioco di ruolo, è stata la partecipazione di 18 nostri concittadini al Gioco di ruolo live tenutosi in Germania a Diemelstadt il dal 3 al 5 agosto: i partecipanti hanno impersonato 24 ore su 24 un personaggio fantasy (elfi, barbari, nani, orchi, maghi, ecc…) muovendosi come si sarebbe mosso il personaggio nel determinato contesto. Potrebbe sembrare folle ma moltissimi giovani vi hanno partecipato, spendendo enormi cifre per l'acquisto dei vari costumi: uno scudo costa circa 100 euro, 30 euro le spade semplici e 120 euro le alabarde. Anche molfetta è stata quindi contagiata dalla mania del gioco di ruolo, e… cosa c'è di più sano di un bel gioco che permette la socializzazione e l'utilizzo della fantasia?
Autore: Alina de Gennaro
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet