Recupero Password
Amministrative a Molfetta. Lillino Di Gioia cambia ancora verso e si schiera con il centrodestra di Azzollini contro “il trasformista Tommaso Minervini”. Questa sera un incontro per spiegare questa scelta
19 maggio 2017

MOLFETTA – Dopo varie peregrinazioni, alla fine Lillino Di Gioia e Annalisa Altomare sono approdati ad un’area elettorale, quella del sen. Antonio Azzollini, appoggiando la lista “Molfetta merita” del suo prestanome candidato sindaco Isabella de Bari.

In realtà era la prima scelta fatta dal gruppo “Cambia verso” (nomen omen, mai denominazione fu più azzeccata) e in particolare da Annalisa Altomare, era stata quella di accettare una proposta dello stesso Azzollini a candidarsi a sindaco con il centrodestra. L’ex consigliera comunale del Pd era disponibile ad accettare, a patto che non ci fossero stati simboli di partito. E questo per giustificare la sua iscrizione al Pd (in realtà il Pd denicoliano era già orientato a destra). Una condizione inaccettabile per il senatore azzurro, perché non sarebbe stata condivisa da Forza Italia e soprattutto dal padrone Berlusconi. Azzollini, rientrato da poco sotto l’ala protettiva del berlusca, non poteva rischiare di perdere l’eventuale candidatura al Senato alle politiche, soprattutto perché con i suoi guai giudiziari, l’immunità parlamentare gli è utile.

Così Azzollini ha mollato Annalisa, preferendole Isabella de Bari, sorella del fedelissimo Giusi. Chiusa questa partita, il duo Annalisa-Lillino cambia verso e tenta di proporre l’Altomare come candidata sindaco delle liste civiche di destracentro di Saverio Tammacco e di Piero de Nicolo, con i quali erano in corso già trattative, che sono state anche il motivo per il quale Annalisa Altomare ha fatto cadere Paola Natalicchio e la sua amministrazione. Poi il gatto e la volpe politiche, l’hanno mollata, preferendogli Tommaso Minervini, già esperto in trasformismo e più accreditato verso l’elettorato molfettese. L’altro cambio verso è avvenuto con Leonardo Siragusa che alle scorse consultazioni si era presentato col simbolo del Centro democratico, più affine alla Dc, alla quale i due vecchi politici molfettesi si richiamano. Quando sembrava possibile un accordo, Siragusa ha scelto di presentarsi non solo come candidato sindaco, ma anche con una sua lista e così, dopo tutto il giro delle parrocchie politiche, non rimaneva che la sinistra di Rifondazione comunista, mandando giù il rospo del 2006 quando il candidato sindaco del centrosinistra Lillino Di Gioia arrivato al ballottaggio con Antonio Azzollini, fu “tradito” da Rifondazione e perse la partita. Questa ipotesi non è andata giù a molti esponenti della sinistra e lo stesso Gianni Porta è stato in difficoltà ad accettare questa ipotesi.

Alla fine, chiuso il giro, ai due non è rimasto che cambiare verso ancora una volta e tornare all’origine, al sen. Azzollini, non più con la candidatura di Annalisa, ma appoggiando quella del candidato di Forza Italia e dell’Udc di Pino Amato.

Tutto per contrapporsi a Tommaso Minervini, come lo stesso Lillino Di Gioia dice in un suo manifesto col quale annuncia per domani sera alle ore 18.30 un faccia a faccia con i giornalisti allo Sporting Club di Molfetta (Corso Umberto, 70): «Occorrono scelte decise e forti. Tutto il resto è propaganda dell’ex sindaco trasformista Tommaso Minervini».
Di Gioia definisce così l’iniziativa: «Un patto programmatico tra moderati e progressisti per il riscatto della città. Occorre scongiurare la seconda edizione del disastro già arrecato alla città dell’ex sindaco trasformista Tommaso Minervini».

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""




Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet