Recupero Password
Alberghiero, piove nelle aule e fa freddo Mobilitati alunni, docenti e genitori per ottenere i lavori di manutenzione
15 febbraio 2004

Continua il disagio all'interno dell'Alberghiero di Molfetta. Le avverse condizioni climatiche che si sono verificate in tutta la provincia alla fine di gennaio hanno reso difficile la vivibilità dell'edificio scolastico. Addirittura in quelle giornate, a causa della pioggia e del vento, non è stato possibile lo svolgimento regolare delle lezioni. Tre i problemi principali, come ha rilevato il dirigente scolastico Pellegrino de Pietro: “Il primo problema è rappresentato dal fatto che tutti gli infissi esterni non sono controllati da almeno una quindicina d'anni. Il secondo problema riguarda il tetto lesionato, che consente le infiltrazioni d'acqua piovana all'interno di alcune aule. Il terzo è costituito dal fatto che i radiatori non erogano calore sufficiente”. Naturalmente il Preside non è stato a guardare, ma ha trasmesso negli anni numerose note agli enti competenti, un faldone alto così di denunce dello stato di disagio dell'istituto. A novembre tecnici della Provincia riscontrarono una rottura della guaina a protezione del tetto e promisero che sarebbero presto intervenuti a ripararla, ma ciò non è accaduto. Pertanto nel mese di gennaio, il forte vento ha divelto completamente la guaina in alcune parti del tetto. Di conseguenza la pioggia si è infiltrata in alcune pareti, allagandole e danneggiando alcune aule oltre all'archivio a piano terra. Anche il comitato studentesco continua a denunciare, a far sentire la propria voce. I ragazzi hanno dichiarato lo stato di agitazione permanente. Nonostante tutto, gli studenti continuano a frequentare le lezioni regolarmente, dimostrando la loro serietà e la loro voglia di fare scuola. Fino ad ora la Provincia ha solo mandato tecnici che hanno rilevato e constatato lo stato delle cose. Infatti un'altra indagine è stata fatta dal geometra competente in questa settimana, egli ha promesso che a presto sarebbero seguiti i lavori, ma sino ad ora non c'è stato alcun intervento concreto. Intanto la mobilitazione da parte degli insegnanti, del personale A.T.A, dei rappresentanti dei genitori e degli alunni continua. Essi, infatti, stanno raccogliendo firme da affidare ad una delegazione scolastica che incontrerà il Prefetto di Bari e i dirigenti della Provincia. Alessandra Palmiotto
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet