Recupero Password
A Gisella Orsini il 12° Trofeo “Gianni Carnicella” di marcia su strada
15 maggio 2004

Tutto è andato secondo le previsioni a Molfetta per la 18ª volta impegnata con il Campionato italiano assoluto di società di Marcia su strada maschile e femminile Km. 20. Ancora una volta la prova molfettese ha potuto schierare il meglio del tacco e punta nazionale anche in considerazione del fatto che gli osservatori azzurri, con in testa il responsabile del settore Vittorio Visini, hanno potuto visionare buona parte degli atleti che saranno impegnati alle Olimpiadi di Atene nel prossimo mese di agosto. Naturalmente qualche forfait - tra 1'altro più che giustificato - c'è stato ma ha interessato solo la prova femminile assoluta. A consolazione di ciò va detto che poche ore prima in Portogallo, la grande assente di Molfetta, Elisa Rigaudo, si aggiudicava anche la seconda prova del Challenge IAAF e la sua amica-rivale Betty Perrone finiva al 7° posto. Tornando alla gara di Molfetta alla fine è stata vittoria quasi scontata per Gisella Orsini (G.S. Forestale) cui andava il 12° Trofeo “Gianni Carnicella” che bissava il successo della passata stagione con una gara condotta in solitudine fin dai primi metri e conclusa con oltre tre minuti di distacco sulla compagna di squadra Cristiana Pellino e ben più di cinque sull'altra atleta tesserata con la Forestale Emanuela Perilli. Tra gli uomini era attesissimo il Campione del mondo di Siviglia '99 Ivano Brugnetti (FF.GG. Ostia) a sua volta reduce dal brillante terzo posto in Messico nella prova di apertura del Challenge IAAF. Non meno importanti erano le presenze di Marco Giungi anch'egli tesserato per le FF.GG. Ostia e vincitore a Molfetta nel 2001 e 2003 e dello squadrone dei Carabinieri di Bologna con Giovanni De Benedictis e Lorenzo Civallero su tutti. Per i primi 3/4 giri il gruppetto dei quattro appena citati ha fatto gara a se creando una profonda spaccatura con quello dei primi inseguitori. A circa metà gara il duo in canotta giallo-verde delle Fiamme Gialle spingeva sull'acceleratore lasciandosi alle spalle Civallero e De Benedictis che da quel momento iniziavano la personale battaglia per la conquista del terzo gradino del podio con continui cambi e ricongiungimenti. In testa nulla cambiava fino al penultimo dei 12 giri da 1.667 metri. A quel punto il biondo Marco Giungi cambiava marcia e si involava verso la terza vittoria conquistata a Molfetta aggiudicandosi così il 18° Memorial Gino Del Re, mentre alle spalle del secondo Ivano Brugnetti, con un ultimo sforzo Lorenzo Civallero riusciva ad avere la meglio sul compagno Giovanni De Benedictis. Le classifiche finali di società premiavano di misura le Fiamme Gialle tra gli uomini (secondi i Carabinieri) e più nettamente tra le donne la Forestale sulla sorpresa Nuova Atletica Astro Milano. L'Atletica Bergamo 59 faceva bottino pieno tra gli allievi andando a vincere tanto la prova maschile con Stefano Cattaneo quanto quella femminile con la bravissima Sabrina Trevisan. Ottimo il comportamento delle marciatrici molfettesi dell'Olimpia Club che ha ottenuto con Antonia Caputo (allenata dal prof. Angelo Summo) un significativo e beneagurante 6° posto di tutto rispetto per la sua prima esperienza tre le Allieve, e con la più accreditata Daniela Mancini (seguita dal tecnico Tommaso Caravella) un lusinghiero 8° posto nella categoria Assoluta risultando ottima seconda tra le Promesse. L'ultima nota va agli atleti del settore masters qui impegnati per la prima volta nella conquista di ben 20 Titoli nazionali individuali di categoria. Smentendo la regola dell'età sia tra gli uomini che tra le donne non hanno vinto, i più giovani. A tagliare per primi il traguardo sono stati Paola Bettucci dell'Avis Macerata e appartenente alla categoria MF/40 e Fabio Ruzzier tesserato per 1'Atletica Gorizia ed addirittura nella fascia d'età degli MM/50. Eccellente come consuetudine 1'organizzazione dell'Olimpia Club di Molfetta e del suo patron Luigi De Lillo al quale, a fine gara, molti dirigenti federali, tecnici ed atleti, tra cui il responsabile nazionale della marcia Vittorio Visini, hanno espresso il loro totale compiacimento ed elogio per 1'entusiastico percorso del Lungomare definito eccellente, tanto da invogliare ad ospitare manifestazioni internazionali come la “Coppa del mondo”. A tal proposito la Dirigenza dell'Olimpia Club si ritiene onorata e pienamente disponibile a farsi carico di una così prestigiosa ed impegnativa organizzazione, con la premessa che le Istituzioni, gli Enti e gli sponsor diano il loro massimo apporto economico. Roberto Longo
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet