Recupero Password
Zaza, candidato sindaco della Sinistra l'Arcobaleno a Molfetta: nessun accordo con Salvemini
21 aprile 2008

MOLFETTA - Antonello Zaza (foto), candidato sindaco e la Sinistra l'Arcobaleno, prendono posizione sul ballottaggio tra Antonio Azzollini e Mino Salvemini, scegliendo la strada dell'opposizione ad entrambi e rifiutando ogni ipotesi di accordo con Salvemini. Ecco il testo della sua lettera: «Care elettrici e cari elettori, care compagne e cari compagni, ricominciamo da tremila voti. Che è un bel numero, non inaspettato, di cui vi ringraziamo. Il 13 e 14 aprile i voti della Sinistra-l'Arcobaleno e del suo candidato sindaco Antonello Zaza hanno impedito una netta affermazione al primo turno del già senatore Azzollini. Ma non c'è molto da festeggiare: al di là del nostro significativo risultato, non è certo un bel futuro quello che attende Molfetta, costretta a scegliere nel prossimo ballottaggio fra la “pacificazione imperiale” del senatore Azzollini, basata su una gestione accentratrice e padronale del potere fatta di accordi celebrati negli studi professionali e nei salotti, e la coalizione che gli si oppone nata solo per far fronte a questo accentramento di potere, basata sulla somma aritmetica di pacchetti di voti, senza una costruzione politico-programmatica. Da una parte chi non ha esitato un minuto a sciogliere il Consiglio Comunale per ricandidarsi contemporaneamente a sindaco e senatore; dall'altra parte, insieme a compagni e amici di altre battaglie, coloro che per due anni hanno lavorato a fianco del senatore e che oggi sono schierati su un diverso fronte in una difesa estrema dei loro interessi divenuti collidenti con quelli di Azzollini. La Sinistra-l'Arcobaleno non è stata ascoltata quando ha proposto ai suoi interlocutori privilegiati (PD e Socialisti) di partire da un'analisi delle problematiche ed emergenze che investono la nostra città, al fine di elaborare insieme le soluzioni concrete da adottare e sulla base di questo lavoro cercare le opportune alleanze con personale politico in grado di incarnare progetti e idee emerse dal confronto. Si è preferito procedere con altre logiche, rompendo l'unità delle forze democratiche e progressiste di questa città. Noi di fronte a ciò abbiamo optato per il confronto diretto con la città e i suoi problemi, senza mettere in campo pacchetti di voti che non possediamo e mai vorremmo possedere, uscendo premiati dal voto di quegli elettori che hanno scelto liberamente, senza condizionamenti, la nostra visione di città. Consapevoli sul piano dell'analisi della città e dei processi culturali, sociali, economici e finanziari in atto a Molfetta che i due blocchi non sono identici e indifferenti nella loro composizione, siamo altrettanto consapevoli e convinti che ci è stato dato dagli elettori il mandato di fare un'opposizione efficace che rafforzi la sinistra e rinsaldi i legami di fiducia tra la politica, le istituzioni e la cittadinanza. Certo, chi ha deciso di condividere la nostra visione di città non può riconoscersi nella proposta politica del Senatore Azzollini, a cui non andrà mai il nostro voto, ma al tempo stesso non c'erano né ci sono le condizioni per stringere alcun accordo politico-programmatico con la coalizione di Mino Salvemini. È nostra intenzione rispettare in pieno il mandato espresso con il voto del primo turno con senso di responsabilità democratica, coerenza politica e chiarezza di posizioni, nel segno e nel rispetto di quella scelta di parte che ci ha contraddistinto in questa campagna elettorale, fatta per strada e a mani nude. Assumeremo il ruolo di sentinelle all'opposizione rispetto all'operato della prossima giunta e ci faremo carico di portare in Consiglio comunale il nostro programma e tutte quelle istanze, vertenze, lotte che riusciremo a raccogliere all'interno della città nei prossimi anni per continuare il processo di una costruzione di una reale alternativa allo strapotere economico e politico delle destre a Molfetta. Non perdiamoci di vista e continuiamo a impegnarci insieme per il bene della città».
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""





Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet