Recupero Password
Un lettore scrive a Quindici: anche i vigili parcheggiano davanti ai passi carrabili a Molfetta
30 giugno 2009

MOLFETTA - Un lettore ci ha inviato queste foto che documentano una posizione irregolare della vettura della polizia urbana a Molfetta. Certamente non è un buon esempio quello di parcheggiare davanti al passo carrabile anche perché devono essere proprio i vigili urbani i custodi della legalità e dare il buon esempio ai cittadini. Come si spiega questa posizione della macchina di servizio della Polizia urbana? Si è trattato di un'emergenza temporanea oppure la vettura è stata lasciata lì per molto tempo col rischio di impedire l'uscita al titolare del locale che paga regolarmente la tassa per il passo carrabile? Forse una maggiore attenzione da parte dei vigili interessati, avrebbe evitato quantomeno una brutta figura.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Vi invito allora, a farvi una passeggiata al semaforo di via baccarini angolo ten. silvestri (ex pasticceria dolcefiore)....per avere anche una vostra considerazione in merito. Come è possibile parcheggiare in prossimità di un semaforo? La risposta: ..."quelli appartengono alla vicina associazione di via ten. p. poli; ...poi ci sono i clienti del vicino bar; ...poi ci sono i camion del vicino supermercato per il carico/scarico delle merci... gli autocarri delle attività commercialie distribuite agli angoli e così via...! Intanto tra il muro di tufi da un trentennio sempre nelle medesime condizioni ed il semaforo, c'è tanta possibilità che talune autovetture possano ritrovarsi per un "dolceparcheggio" in sosttituzione della rinomata pasticceria dolcefiore!!!.......... A parte gli scherzi, io volevo sollevare la questione circa l'educazione di alcuni Vigili Urbani. Mi è capitato, tempo fa, di accompagnare mio figlio al mattino presto alla sua scuola elementare. Vi giuro che a quell'ora non c'era anima viva! Anzi un'amina c'era: il vigile di spalle e la transenna già posizionata. Ahimé! si gira e vistomi, apriti cielo! Comincia a urlare e ad aggredirmi anche in dialetto in virtù di quella divisa che indossava per la mia grave trasgressione, pensate... Io con calma e tanta educazione cerco di scusarmi e gli faccio notare che non ci sono bambini, pertanto, se mi sono permesso di imboccare il piccolo tratto di strada, l'ho fatto con precauzione e logica. Ma lui alza ancor più la voce; gesticola ed urla quasi offendendomi e minacciandomi di fare la contravvenzione per quella mia mancanza... Passa una mia collega di lavoro la quale assiste incredula all'accaduto ed in quel momento avrà forse anche pensato "...chissà cosa ha combinato per irritare un vigile urbano di primo mattino!..." Secondo me, sarebbe bastato che mi avesse detto "...Guardi signore, che non può transitare poichè io ho messo la transenna, pertanto, gentilmente torni indietro in retromarcia..." Un mio suggerimento, permettetemi, sarebbe utile sottoporre i Vigili Urbani ad un corso di galateo....

Si sentono ogni giorno lamentele di cittadini molfettesi per il problema della carenza di parcheggi auto gratuiti e l'eccessivo ricorso ad aree di sosta a pagamento. Indubbiamente il problema non riguarda solo l'amministrazione comunale ed i suoi metodi per "fare cassa" a scapito di cittadini che usano l'auto, magari per andare al lavoro; senza dubbio il numero di auto è cresciuto in maniera esponenziale negli ultimi 20 anni, ciò ha reso necessaria una regolamentazione della sosta, almeno come deterrente per chi prende l'auto anche per andare a bere un caffè sotto casa (e ce ne sono tanti). Non si può fare a meno di segnalare, però, anche la completa mancanza di senso civico da parte di alcuni cittadini e la disattenzione delle autorità preposte al controllo della circolazione. Un paio di anni fa mi sono visto elevare una contravvenzione poichè avevo il tagliando dell'assicurazione esposto non sul parabrezza ma sul deflettore posteriore, il fatto accadde nei pressi della villa comunale lato mare. Bene, sono almeno un paio di anni che ogni giorno sono parcheggiate, nella stessa zona in cui fui sanzionato, almeno 2 auto con il cartello "vendesi", senza il tagliando di assicurazione, ed evidentemente senza la copertura assicurativa stessa, che occupano alcuni tra i pochi posti di parcheggio libero rimasti, a mò di rivendita auto. Spesso cambiano le auto in vendita, il che fa supporre una azzeccata strategia di marketing, ma non ho mai visto un vigile urbano fermarsi per verificare la regolarità della cosa. Per non parlare del marciapiede antistante il comando dei vigili urbani, il cui divieto di sosta e fermata non è neanche considerato, sarà perchè sono i vigili urbani stessi a parcheggiarvi le proprie auto? mai vista una contravvenzione... Spero venga posto rimedio a questo tipo di abusi ed invito chi rilevi situazioni analoghe a segnalarle.



Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet