Recupero Password
ULTIM'ORA. Frana l'amministrazione Azzolini: dimissioni improvvise del vicesindaco Pietro Uva
02 luglio 2012

MOLFETTA - Dimissioni improvvise del vicesindaco e assessore all’Urbanistica, Pietro Uva, ma non il classico fulmine a ciel sereno. Anzi, di sereno, all’interno della compagine politico-amministrativa del sindaco senatore Pdl Antonio Azzollini non c’è più nulla da almeno un anno. 
Segnali di cedimento si erano già verificati nelle ultime tumultuose riunioni della maggioranza di centrodestra. Già in passato Quindici aveva dato notizia di dimissioni e minacce di dimissioni anche dello stesso Uva, poi rientrate (l’amministrazione Azzollini si era affannata per la smentita). Questa volta pare che le dimissioni siano irrevocabili. Le dimissioni potrebbero essere state presentate per le insanabili fratture di ordine politico o anche per le varie indagini che stanno colpendo il Comune di Molfetta e l’amministrazione comunale (in particolare, l’affaire porto).
Insomma, tutti e chi può, come Uva, prendono definitivamente le distanze da un probabile tzunami in arrivo. Queste dimissioni fanno seguito a quelle di Giovanni Mezzina da presidente dell’Asm lo scorso dicembre 2011 e recentemente dal Pdl, come anche del consigliere comunale Lello la Ghezza.
Nei giorni scorsi, pare che ci sia stata un’ultima riunione della maggioranza, in cui Azzollini, con modi di fare padronali, pare abbia cercato di imporre la candidatura di Nicola Camporeale, presidente del Consiglio comunale e fedelissimo di Azzollini, alla guida della coalizione come futuro sindaco di Molfetta. Sembra che proprio questa sia la goccia che ha fatto traboccare il vaso, provocando fratture insanabili, visibili come le dimissioni del vicesindaco, e invisibili (secondo indiscrezioni sarebbero prossime altre frantumazioni del gruppo di potere).
Azzollini è molto nervoso in questo momento, anche per questo motivo. È ormai all'epilogo la sua vicenda politica, ma rifiuta di accettare la realtà. Molti assessori, e fra questi anche lo stesso Uva, sono preoccupati per le indagini della magistratura non solo sulla vicenda del porto, ma anche sul depuratore e su altri atti amministrativi, ormai tutti sotto l'attenzione dei giudici.
 
Raggiunto da Quindici all'ora di pranzo, Pietro Uva non ha voluto rilasciare dichiarazioni a caldo.

Nelle prossime ore aggiornamenti sulle dimissioni di Pietro Uva.
 
© Riproduzione riservata  
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""








Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet