Recupero Password
Torna ad attecchire il Trojan_Virus con un documento sull'Estate molfettese Chi si nasconde dietro questo logo?
18 luglio 2007

MOLFETTA - Torna ad attecchire il “Trojan_Virus” e si inizia a capire qualcosa di più su quelle sagome tratteggiate per terra delle quali abbiamo parlato nei giorni scorsi. Questa volta non si tratta solo di disegni evidentemente ironici (tipo la figura in gesso della ragazza ritratta nei manifesti che pubblicizzano l'estate molfettese, distesa sull'asfalto come “abbattuta”) ma di un vero e proprio documento lasciato nel pomeriggio di ieri nei pressi dell'Outlet e che ripropone la stessa firma, cioè quella del temutissimo virus informatico dietro al quale non è ancora chiaro chi si celi. Il tema affrontato, con toni sarcastici ma anche a tratti duri, nel documento dal titolo “rEstate per l'Estate”è proprio la famigerata Estate molfettese (sulla quale si continua a discutere) e la condizione di disagio in cui si trovano a vivere molti giovani della nostra città in questa stagione. Cosa sia esattamente questo Trojan Virus non si sa, né se sia semplicemente una trovata di qualche ragazzo o una provocazione che nasconde altro. Una provocazione per far pensare. Certo è che il “contagio” sembra davvero iniziato anche attraverso un blog che è stato aperto di recente (all'indirizzo http://trojanvirus2007.blogspot.com). Cosa altro dovremo aspettarci? Riportiamo di seguito il testo diffuso: “Cari giovani molfettesi, avevamo dubitato, avevamo temuto, ci eravamo preoccupati. Ma dopo le voci di corridoio, i pettegolezzi, le conferme, le smentite… finalmente possiamo dirlo. A voce alta, orgogliosi e soddisfatti: anche per quest'estate rESTATE a Molfetta, ché c'è l'edizione 2007 del Grande Festival delle COSEGIAVISTE. Già che ci siete fatelo con il sorriso sulle labbra, tanto dopo qualche anno ci si abitua e si smette di sperare. I giovani del Sud, lo sanno tutti, si sanno accontentare ed hanno un grande spirito di adattamento. Lo dimostra il fatto che quando si va al mare sulla spiaggia libera troviamo sempre un posto per poggiare l'asciugamani tra le cicche di sigarette ed il catrame, riusciamo a stare ore ed ore senza bere, se non ci siamo portati l'acqua da casa, troviamo sempre una montagnetta di rifiuti su cui posare le nostre buste di immondizia. Oh, al massimo possiamo usufruire dei servizi di qualche splendido lido di cemento. Lì almeno c'è tutto. Non bisogna andare per forza in mare dopo pranzo se si ha bisogno del bagno. Quindi rESTATE. rEstate, ché la notte è viva a Molfetta. Si va a tremila… Per esempio al lungomare. Volete partecipare anche voi ai campionati motordeficienti? Basta avere un po' di fantasia. Ed i giovani del Sud ne hanno tanta. Bisogna solo immaginare di stare a Maranello. Evitate i pedoni e sfruttate tutta la pista. C'è la versione a due e a quattro ruote. Su, dai, sfruttiamo l'estate: il lungomare è aperto al traffico proprio per questo. In ogni caso sono stati predisposti dei corner nei quali apprezzare musica e poesia. Soprattutto in occasione dei tornei a quattro ruote. Certo, non si può mica pretendere che i pub ed i locali facciano musica e poesia (cerchiamo di essere realisti), ma come già ribadito la fantasia non ci manca. rEstate a Molfetta. rEstate, ché vi fate una cultura. All'uopo sono state predisposte le sagre “du nuzze stubte” (specie di cui è ricco il nostro mare, ma anche la nostra terra) e quella “du calzone”. Tutti i giovani molfettesi non aspettano altro - al termine di un anno di fatiche sui libri e al lavoro - di emanciparsi nello spirito e nello stomaco con una delle nostre strepitose sagre. Non ci facciamo mica comprare con poco noi… Ci vuole ben altro. Ed ogni anno arriva puntuale. Una sagra è quello che serviva. Si narra che Federico II ne andava pazzo. Per carità, ci sono tante altre alternative oltre alle sagre. Possiamo accompagnare i nostri nonni alle iniziative per i giovani in calendario a Molfetta, oppure possiamo partecipare a qualche iniziativa dei comuni limitrofi. L'importante è rEstare. A Molfetta. E non lamentarsi. rEstate a Molfetta e fatelo con il sorriso sulle labbra. Tanto ci si abitua. Abituatevi. Non chiedete nulla di diverso. Non organizzate nulla di diverso. Non cercate nulla di diverso. Insomma… non rompiamo i coglioni e godiamoci lo spettacolo! Questa è la Molfetta che stiamo costruendo”.
Autore:  
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""

Sig. Luca De Pinto qui se c'è uno che si commenta da solo quello è Lei. Invece di dire stupidagini provi ad informarsi di più e fare una attenta critica e sii più costruttivo, nella nostra città nn esiste solo il problema dell'estate molfettese, venga al lungomare ad assistere ai vari Gran premi di Moto mondiale, classe 500 250 125 ma anche 50 motobike, e tuttte le cose varie.. Nn so se lei è il Luca De Pinto che conosco io, ma nn penso, che si è sentito colpire nella Sua sensibilità, o ho colto nel segno? Venga a vivere nella nostra Università, venga ad assistere a qualche esame, ovviamente, nn in facoltà come scienze delle patatine. Venga da noi di economia e si renderà conto di quello che volevo dire... Legga i giornali, guradi alla tv programmi come annozero, striscia, ballarò... Inoltre, Visto che Lei ha molto denaro ci venga a pagare il biglietto per i Suoi amati concerti Jazz e cretinate varie. Ed infine, lei da quel cartellone ha riuscito a leggere ciò che hanno scritto? o meglio dai volantini distribuiti questi eventi belli che le stanno a cuore gli ha letti? se è si vuol dire che ha una vista come quella di Superman... Le voglio ricordare che la civica amministarzione i soldi quando vuole li fa uscire... Qui se c'è uno con la mentalità del molfettese quello è Lei, chiusa, poco propositiva, per nulla costruttiva che parla solo per il gusto di farlo... Spero che Lei nn sia un docente entrato nell'università, degli studi o in qualche scuola superiore grazie alla Dc... I vostri tempi con questi NON SI POSSONO PARAGONARE...

E quindi tra tanti artisti che ci sono in giro dobbiamo fare venire Baglioni che porta in giro un tour concepito per i teatri,solo per dire che a molfetta viene Baglioni!! Non sarebbe stato meglio quindi scegliere un artista o gruppo che che aveva intenzione di esibirsi davanti a un grande pubblico?? tutto qua!! non vedo cosa ci sia di strano in qst parole!!!se molfetta aspetta un big della canzone ma poi qst si esibisce solo per pochi intimi(i soliti intimi direi), è inutile sbandierare l'arrivo di baglioni come un evento per la città!!o no?? io personalmente non vedrò baglioni perchè sicuramente non si troveranno i biglietti in giro!! tutto qua!! durante l'anno a molfetta non si fanno mai concerti, una volta che lo si fa, si decide di scegliere quello che si esibisce in tour per teatro??? ma per cortesia!!! eppoi diciamola tutta, a molfetta chiunque viene a pagamento va all'anfitaetro, o nooooo??? è qst che semplicemente non avviene nelle città limitrofe! anche se a pagamento si esibiscono in luoghi accessibili a una marea di gente, e parlo di bisceglie barletta, di corato....si corato fa venire Raf a soli 10 euro e in piazza, invece noi giustamente facciamo venire il meglio..baglioni, ma per il sindaco i suoi amici e per pochi fortunati!!diciamola tutta.. guardate gli artisti che vanno nelle altre città, a pagamento e non, e noi ci montiamo la testa per baglioni e i fortunati eletti che lo vedranno!! p.s. ribadisco di non conoscere assolutamente chi sia l'autore del manifesto anche se non mi firmo! e cmq non vedo cosa ci sia di male nel condividere e difendere un manifesto che oltre all'estate molfettese mette in evidenza anche altri problemi della città!! se poi ora chi si lamenta è diventato anche disfattista perchè non è intraprendente non si capisce cosa si debba fare, anzicchè protestare perchè la spiaggia è sporca devo andare a pulirla io?? stiamo un po frecati però




..X TUTTI QUELLI CHE ACCUSANO I GIOVANI. Signori cari... voi che parlate così evidentemente avete vissuto in quell'epoca dove, si, era difficle vivere.. ma avevate anche vissuto il famoso "boom" economico dell'italia. Adesso, nel 2007, l'Italia è in mano proprio a voi che siete cresciuti in quel periodo.. E adesso che fate??? Create solo difficoltà a noi giovani che vogliamo emergere. Avete dimenticato che ai vostri tempi si lavorava tutti.. chi più chi meno avete avuto modo di svilupparvi ed ottenre qualcosa in questo presente.. ove ormai non dovete più guardare tanto al futuro.. tanto avete realizzato ciò che volete (la casa, le vacanze, i tempi belli, ecc ecc). Noi, adesso, dobbiamo lottare per strappare dalle vostre grinfie qualcosa che ci possa servire non dico al futuro.. ma almeno al solo domani (letteralmente parlando.. in senso temporale).. riempiendoci di debiti a vita! Ed ora??? Siamo noi che vogliamo tutto e subito?????.. o volete tenere tutto per voi?? Io personalmente a soli 22 anni sono emigrato fuori italia per acquisire esperienza e professionalità che oggi qui.. a Molfetta.. non posso utilizzare... perchè voi già avviati non siete in grado di accettare la professionalità giovane e le menti giovani.. non siete in grado di accettare le nostre energie.. per paura di che??? Di perdere che cosa??? E' vero che un buon 80% dei giovani di oggi vive da paura.. senza alcun senso.. Ma perchè, ad esempio, chi come me a 27 anni ha un'attività in proprio deve sudare tutto l'anno per poter pagare solo le spese di gestione senza guadagnare nulla?? Perchè si deve confrontare con i poteri forti.. che voi avete in mano.. o che voi avete permnesso di realizzare??? Voi, adulti di qualche anno fa.. avete votato, avete partecipato a dinamiche che hanno crato tutta questa situazione. Ed ora?? vi sentite offesi di che??? Nessuno può ribellarsi.. che noi giovani "vogliamo tutto e subito" e "non vogliamo lavorare". Io voglio lavorare.. e fatico non per il lavoro..ma per cercare di andare avanti.. fatico nel vero senso della parola. Perchè invece di additarci non ci aiutate? Allora chi vive come un debosciato.. è un fannullone. Chi vuole lavorare da fastidio... Diteci voi cosa dobbiamo fare??? Chi ha prodotto quel documento ha sbagliato a non dichiararsi.. anche se forse deriva da merketing politico.. chissà.. potrebbe avere dei seguaci. Voi che contraddicete quel contenuto avete realmente capito il senso??? Pensateci.. all'estate molfettese.. Le cose belle... saranno a porte chiuse.. le altre così così.. non si capisce se i luoghi saranno fruibili a tutti.. Pensateci bene su quanto scritto in quel documento. A me da "giovane" mi fa pensare che in fondo in fondo qualche spiraglio può ancora esserci.. Speriamo che l'autore esca allo scoperto e faccia qualcosa di buono con le sue idee.. e con la sua forza (visto che ne ha avuta tanta.. da uscire.. quasi.. allo scoperto). Vedremo.

Baglioni, a quanto ne so, ha fatto concerti gratis a Roma per il capodanno del giubileo e poi altre cose sempre e solo in metropoli che POSSONO PERMETTERSI di spendere centinaia di migliaia di euro e sponsor enormi. Sarebbe ridicolo pensare che Molfetta possa ospitare GRATIS Baglioni. che comunque a Molfetta farà un concerto che VALE il prezzo del biglietto anche perchè si tratterà, in termini di allestimento, di un evento UNICO (non è una data di un tour... il che vuol dire uno sforzo organizzativo massiccio). Ora...non so in che misura il Comune abbia "patrocinato" l'evento. Però di musica gratuita ce n'è tanta... e di ottima qualità. C'è il festival blues che torna dopo anni di silenzio, ci sono concerti jazz SERI (non solo dei "soliti" artisti molfettesi), c'è TIME ZONES con Reggie Workman - Andrew Cyrille- Roberto Ottaviano (non esattamente gli ultimi fessi in circolazione), Ci sarà Nextra con artisti pop come Neffa Piotta e Dirotta su cuba. E poi, vabbè, ci saranno le solite pastette, i soliti bambini di vasco, i soliti concertini di vecchie glorie molfettane che solo qui potrebbero trovare fondi per allestire i loro concerti ("I love rock psichedelik dream in the flesh"... TITOLO MERAVIGLIOSO!!!). A Bari, con un'amministrazione di sinistra, se non ci fossero i grandi sponsor come l'ENEL che ha portato Silvestri e Radionorba che ha organizzato Battiti, tutti gli eventi sono a pagamento. A noi non ci "ingozza" di pagare. Pretendiamo la musica gratis. Come se chi fa questa nobile professione dovesse campare d'aria. So che c'è un cartellone molto vasto di eventi teatrali e artistici gratuiti a Molfetta Vecchia. Però noi abbiamo BISOGNO di lamentarci. Quanto è "molfettese" questo atteggiamento...

Innanzitutto, vorrei fare i complimenti agli autori di questa singolare è intelligente protesta, e spero con tutto il cuore che nn sia una trovata politica, perchè noi giovani stiamo capendo che la politica fatta di valori, ma non solo, nn esiste più... Mi unisco ai tanti giovani che hanno già scritto nei post precedenti, dando anche la mia opinione. Mi rivolgo, in particolare, a tutti coloro che ci danno dei fannulloni, debosciati, drogati, figli senza meta, dalle mille pretese e chi più ne ha più ne metta. Vorrei ricordare che la maggior parte dei lettori di Quindici ha una età compresa tra 20 e i 30 anni, e molti dei quali sono troppo attenti a quello che accade nella nostra amata città, e questo lo si nota dai tanti commenti critici e costruttivi al tempo stesso. Ora BASTA nel fare di tutta un erba un fascio, ci sono tanti coetanei che non fanno nulla dalla mattina alla sera è vero, ma quelli nn si preoccupano neanche di ciò che gli accade intorno, e quindi nn avrebbero neppure l'ispirazione per fare una protesta simile, o per leggere qualche articolo. Per il resto siamo dei giovani che ci stiamo facendo un mazzo tanto per sopravvivere, chi come me è studente universitario, costretto a causa di scarsezza di mezzi economici a rimanere all'università degli studi di bari, lottando contro una classe docente nepotistica truffatrice, e poco amante della missione di Docente, ma non solo... e i vari scandali sulla facoltà di economia ma nn solo, lo hanno dimostrato... e sempre per la scarsità economica a fare lavoretti part - time sottraendo ore preziose allo studio, per racimolare qualche soldo per pagare tasse e altri strumenti didattici. Siamo stufi di sentire questi discorsi da gente che ha vissuto un grande benessere nella gioventù, dite sempre che voi ai vostri tempi nn avevate niente, chissà perchè tutti voi a 18 anni già lavoravate, grazie a chi? a che cosa? perchè il lavoro c'era chi con spintoni lo procurava, gente che si laureava con spintoni politici della DC, tutti a 25 anni con famiglie e prole al seguito... tutti iumpiegati alla ex banca cattolica, alla posta, nelle scuole elementari con il semplice diplomino qudriennale. Oggi i tempi sono duri e amari e non certo per colpa nostra... Noi giovani oggi abbiamo una alto gardo di professionalità, e lo dimostriamo con i fatti, ricordo che nelle scule medie e superiori ci sono persone che insegnano informatica senza saper accendere un PC (Personal Computer per chi nn lo sapesse) che siete invidiosi della nostra bravura?? peccato che oggi invece di farci emergere ci penalizzano sempre più, perchè nessuno vuole investire su di noi... fatevi da parte ormai voi siete al capolinea!!' e aiutateci a superare le difficoltà che i vostri politici ci hanno messo d'avanti, dopo anni e anni di pacchia in italia, nn funziona nulla dalle telecomunicazioni, alla scuola, alle università, alla cultura ecc. ecc. abbiamo molta correnza anche con i coetanei di altre nazioni, i quali sono molto più preparati di noi grazie a un sistema che gli da la possibilità di costruirsi un qaulcosa di certo, e no noi che ci iperprofessionalizziamo per nn avere nulla alla fine... In conclusione vorrei anche sottolineare, che molti i quali vanno a fregare piante piantine, e quant'altro, molti nn sono giovani ma sono persone che allestistocno la propria villetta o campagna a spese nostre... Quindi prima di parlare PENSATEEEEEEE che la voglia la forza di lavorare e di emergere da un mare di liquame e tanta....

X LUCA DE PINTO Sig. Luca De Pinto il problema dell'estate molfettese non è solo una questione di che cosa si organizza ma anche per chi si organizza. A prescindere dal fatto che si dice che i concerti di Baglioni e Allevi siano organizzati dalla fondazione Valente e non dal comune, ma a prescindere da qst anche perchè non ne sono informato, si può seriamente pensare che a Molfetta Baglioni venga all'anfiteatro?? su siamo seri!! Baglioni riempe stadi con migliaia e migliaia di persone mentre a Molfetta potrà essere ascoltato da chi??dai soliti noti?? lei pensa seriamente di trovare qualche biglietto??e anche se cosi fosse quanti ne rimarrebbero fuori?? Ah certo potremmo anche allestire il maxi schermo come per lucio dalla, dove la prole rimase fuori ad ascoltare il concerto!! perchè non si pensa di trovare una sistemazione dove possa partecipare più gente?? anche a pagamento va bene, certo non è detto che tutto debba essere gratis(anche se qualcosa di gratis per il grande pubblico non si è ancora visto)ma lasciate almeno che ci sia la possibilità di poter acquistare un biglietto!! E' vero nelle città limitrofe non tutto è gratis ma i concerti si organizzano la dove si possa ospitare veramente tanta gente!! E' una questione di dignità e di rispetto!!!non è giusto organizzare un evento come Baglioni (ma anche paolo conte e lucio dalla)per pochi eletti eppoi dire che a molfetta è venuto baglioni, ma chi lo vedrà???? mi risponda a qst e mi dica se qst non corrisponde alla realtà!! grazie

Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet