Recupero Password
Si è conclusa con successo la rassegna estiva di “Ti raccontiamo la Natura” promossa da Terrae
21 agosto 2022

MOLFETTA – Si è tenuto domenica 14 agosto l’ultimo incontro della rassegna estiva di “Ti raccontiamo la Natura”, promossa dal CEA Ophtys – Centro Studi e Didattica Ambientale Terrae con l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Molfetta, all’appuntamento hanno preso risposto numerosi adulti e bambini.

L’evento, intitolato “Escursione e letture sotto il carrubo” ha visto visitatori di ogni età invadere gioiosamente Lama Martina per partecipare all’escursione, guidata dagli esperti naturalisti di Terrae, alla scoperta delle peculiarità della macchia mediterranea presente nella Lama.

I più piccoli sono stati trasportati in un’atmosfera fiabesca, tra girandole colorate e fantastici personaggi, grazie alla collaborazione con Teatrarte.

Perfetta conclusione di una gradevole iniziativa inserita nel cartellone dell’Estate Molfettese 2022. Tutti gli appuntamenti proposti ogni venerdì, a partire dal 15 luglio, hanno riscosso grande interesse.

Fondamentale si è rivelata la sinergia con diversi partners dell’iniziativa, a partire da Gymgiocando, che propone attività ludiche motorie, per proseguire con Teatrarte e le sue narrazioni, e Plastic Free Molfetta, da tempo impegnata a sensibilizzare la comunità a tutelare la natura e a ridurre il consumo di plastica.

Non a caso, tra le diverse attività svolte c’è stato il plogging.

Si tratta di uno sport, nato in Svezia, la cui denominazione deriva dalla fusione di termini “plocka upp” (raccogliere) e “jogging”; in altri termini si tratta di raccogliere i rifiuti che si incontrano mentre si corre. È, dunque, uno sport sostenibile e alla portata di tutti. Si può praticare ovunque ma diventa ancora più significativo farlo all’interno di aree delicate come Lama Martina.

Più che positivo, dunque, il bilancio della rassegna estiva “Ti raccontiamo la Natura” che, con escursioni, narrazioni, giochi e tanto divertimento, rimarcando quanto sia preziosa Lama Martina, con le sue peculiarità botaniche (orchidee, querce, macchia mediterranea), faunistiche e antropiche (pagliai, terrazzamenti, muretti a secco), ha contribuito a far conoscere e riscoprire una zona per molto tempo sconosciuta a tanti cittadini, invitandoli a tutelarla.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet