Recupero Password
Sel Molfetta: Multiservizi, punto a capo. La città paga il prezzo di errori ed omissioni della gestione dell'ex sindaco Antonio Azzollini
25 novembre 2015

MOLFETTA – Anche Sel Molfetta interviene sulla transazione fra il Comune di Molfetta e il socio privato della Multiservizi, la società Sceap srl, rimediando così ad altri errori della giunta di centrodestra dell’ex sindaco sen. Antonio Azzollini, che sarà ricordata come la peggiore dal dopoguerra per gli scandali, gli arresti e la paralisi amministrativa degli ultimi 10 anni, lasciando una pesante eredità all’amministrazione di centrosinistra dell’attuale sindaco Paola Natalicchio che sta faticosamente riportando alla normalità una città disastrata. Sulla Multiservizi, poi, il mistero è stato sempre fitto, anche per i complicati problemi di gestione che si erano verificati, al punto che sia il precedente presidente De Nicolo, che l'attuale Amato, pur sollecitati da "Quindici", avevano preferito tacere.

«Dopo mesi di trattative complicate, con un preliminare di transazione sottoscritto dal Sindaco Paola Natalicchio a da Lello D'Oria, rappresentante legale della SCEAP srl – scrive Sel Molfetta - , si è scritta la parola fine alla delicata e complessa vicenda della riacquisizione al patrimonio del Comune della quota di minoranza, in mano alla SCEAP srl, della Molfetta Multiservizi spa.

Il risultato, per nulla scontato, è stato il frutto di un serrato lavoro di squadra giustamente sottolineato dal Sindaco. Condividiamo senza riserve l'orgoglio e la soddisfazione espressi da Paola Natalicchio e dall'Assessore alle Partecipate Angela Amato, unitamente al Presidente Leo Amato, l’Amministratore Delegato e al Consiglio di Amministrazione composto da Rosanna Magarelli, Giuseppe Spadavecchia e Michele Manfredi, il collegio dei Revisori. Un intenso lavoro di squadra che ha visto la proficua collaborazione anche delle sigle sindacali territoriali e confederali in rappresentanza dei 61 lavoratori, i quali per mesi hanno convissuto con la preoccupazione di perdere il proprio posto di lavoro.

Il pasticcio generato nel 2011 da una gara a doppio oggetto e successivo atto notarile di cessione delle quote al socio privato, senza la necessaria clausola che fissasse i termini e le modalità per la sua uscita dalla compagine sociale (la cosiddetta clausola di way out), ha posto il Comune in serie difficoltà e ha costretto l'Amministrazione a cercare vie d'uscita che consentissero alla Multiservizi di continuare a svolgere i propri compiti di braccio operativo della macchina comunale ed a scongiurare, cosa che più di ogni altra cosa ci angosciava, l'incerto mantenimento di ben 61 posti di lavoro.

La transazione che si andrà a sottoscrivere a breve con il socio privato prevede, oltre alla restituzione del 49% delle quote sociali, scongiura ogni possibile contenzioso per situazioni verificatesi nel periodo di comproprietà della società: questo per evitare rischi di ulteriori futuri costi a carico delle casse comunali.

Ancora una volta, quindi, l'amministrazione Natalicchio è chiamata a farsi carico di errori ed omissioni della gestione Azzollini, riportando anche questa vicenda sui binari della legittimità e della trasparenza.

L'acquisizione delle quote in mani pubbliche segna nuove opportunità per Molfetta Multiservizi. Possiamo pensare al futuro, alla valenza strategica dell’Azienda per migliorare i servizi offerti alla collettività, provando a cogliere anche nuove possibilità in termini di innovazione  ed efficienza, cura e decoro ambientale, il tutto in assoluta trasparenza, attenendoci a quei principi normativi in materia di società partecipate sempre in continua evoluzione. Messa alle spalle la complessa fase critica ereditata, come forza politica della maggioranza intendiamo offrire il nostro contributo all’Amministrazione nell’ottica della riorganizzazione e dell’immediato rilancio della Multiservizi».

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet