Recupero Password
Poesia, lirica e teatro per raccontare “Il Mare” Nell'ambito della Rassegna d'arte contemporanea del Centro “Il Punto”
15 ottobre 2002

Interessante performance in Piazza Municipio collegata alla manifestazione culturale Rassegna d'Arte Contemporanea “Il Mare”, diretta dal Centro Culturale "Il Punto" l'attore Francesco Tammacco il percussionista Gennaro Pansini e lo scultore Patrizio Bitetto, insieme hanno dato vita a delle emozioni dal titolo “Musaretusa”, un fondersi del linguaggio poetico,con il secco ritmo dello scalpello, e della batteria. Ma come sempre, la Poesia, madre di tutte le Arti! Quella che si fa sangue, carne, si fa tempesta, scava-seziona, avvolge, travolge, coinvolge. Questo è il suo compito. Questo l'ha dimostrato l'attore Francesco Tammacco, attraverso le metafore evocando l'anima spagnola di Federico Garcia Lorca, il cileno Pablo Neruda, con la sua sensualità poetica, l 'americana Emily Dickinson, il grande Whitman, le voci italiane del Novecento, Gabriele D'Annunzio, Cesare Pavese, e la sensibilissima e sanguigna Alda Morini, e altri autori di spicco, nel panorama letterario. Per una sera, la Poesia è scesa in piazza, attraverso la voce, il gesto dell'attore Francesco Tammacco, che come un folletto ci copriva di sogni, ci accarezzava l'anima, con dei sogni lontani, cristalizzati nel tempo, e nello spazio. Quei sogni aperti di Poeti. Per questo, ben vengano tali manifestazioni che ingentiliscono l'anima. Un ringraziamento per l'impegno va ai componenti del Centro Culturale "Il Punto" dott.ssa Elisa Gagliardi, il soprano Maria Pomponio de Gioia, il mezzosoprano Chiara Camporeale e la prof.ssa Angela Stragapede. Altra performance è stata quella della Poesia della Gestualità. In “Eco di sirene”, ideata e curata da un gruppo di giovani artisti Gruppo “Artezero” si è tenuta, invece, nella suggestiva Sala dei Templari, una navicella di pietra, cullata, baciata dal mare. Quel mare evocato, e cantato dai pittori di ogni nazione, presenti anche quest'anno nella 15ª Rassegna d'Arte Contemporanea. E come non poteva mancare il bel canto o la presenza stessa dell'essere umano, a farsi opera, col proprio corpo. Infatti, cinque ragazze del Gruppo Artezero, con la loro mimica, le loro movenze leggere, scrivevano nell'aria l'antica storia del genere umano. La lotta perenne, tra l'uomo e la natura! Il mare che avvolge, circonda, accarezza, distrugge, dà la vita, e toglie la vita! Questa metafora, che occupa lo spazio di cinque minuti, accompagnata da una liquida melodia, ha incantato il pubblico presente. Che dire di questi giovani artisti? Che fin quando l'uomo sublimerà con l'arte le gioie, i dolori, la ragione farà luce negli angoli bui di chi ha smarrito se stesso, e sarà un nuovo rinascimento. Infine, nell'Auditorium San Domenico, si è tenuto un concerto lirico “Sulla dolce brezza del mare”. Quasi un voler rispondere tramite il bel canto alle varie tonalità cromatiche degli splendidi lavori, esposti nella Sala dei Templari, creando così una osmosi. I tre cantanti lirici, con padronanza, hanno saputo volare alto; con le loro belle voci,avvolgendo il pubblico presente in una magica atmosfera. Il Maestro Paolo Romano, bravo come sempre, e il Coro G. Verdi, un altro fiore all'occhiello del Centro Culturale " Il Punto" voluto dalla presidente prof.ssa Pina Pisani e realizzato dalla sensibile artista Chiara Camporeale. Il concerto ha ingioiellato la serata grazie ai tre gioielli. Li definisco così questi nostri talenti, e per questo, vorrei sussurrare all'orecchio di chi governa la nostra città, di tutelare la loro preziosa attività artistica, creando delle strutture adatte, come una scuola di canto, una più ampia sala di concerto e un teatro. Perciò è un peccato che questi nostri giovani artisti non abbiano un'adeguata sede per coltivare ed esprimere nella loro città, ciò che di bello sono capaci di realizzare. Spero che questo mio metaforico sassolino, attiri l'attenzione delle Autorità competenti, su questi nostri validi artisti come Maria Candirri, soprano; Chiara Camporeale, mezzosoprano; Gianni Mazzone, tenore e altre splendide perle della nostra città. Gina Tota
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet