Recupero Password
Pallavolo, l'Exprivia Molfetta riparte da Di Pinto, il "mago" pronto all'ennesima sfida
13 maggio 2016

MOLFETTA - Le immagini della stagione sono ancora nitide, le vittorie nella mente e negli occhi di tutti. Eppure l’Exprivia Molfetta guarda avanti. E lo fa a partire dalla sua guida tecnica, che sarà ancora Vincenzo Di Pinto.

Il “mago di Turi”, come è stato ribattezzato per le origini comuni al mago del calcio Oronzo Pugliese, e per la stessa capacità di ottenere sempre il massimo, a prescindere dai contesti, è già caldo per una nuova avventura.

Approdato a Molfetta nell’estate del 2014, ha guidato i biancorossi alla conquista di un ottavo posto che ha sancito il primo passo nella storia del club, e un passo importante anche per quella della Puglia. Ha partecipato ai playoff contro Trento e ha chiuso a testa altissima. Le strade di Di Pinto e dell’Exprivia si sono poi separate, ma solo per qualche mese, perché nella primavera di quest’anno Di Pinto è tornato a sedersi sulla panchina molfettese, sfiorando l’exploit, sempre contro Trento, sempre nei quarti dei playoff.

Qui i suoi uomini si sono arresi solo in gara-5. E al solo ripensarci, da un lato c’è orgoglio, dall’altro anche un pizzico di rabbia. “Sono soddisfatto della stagione appena conclusa – afferma Di Pinto – ma mi rimane la rabbia per quella gara-5. Non ce la siamo giocati come avremmo voluto, pur disputando un’ottima partita. Con un pizzico di fortuna, avremmo potuto fare qualcosina in più per superare il turno”.

Mai come in questi casi, però, vige il sacro principio del “meglio pensare al domani”. E in questo senso l’Exprivia, e Di Pinto, partono con l’entusiasmo di sempre e la voglia di far bene. Pur facendo professione di realismo, tenendo i piedi ben piantati a terra, consapevoli di dover fare le cose con qualità e oculatezza, puntando a ottenere buoni risultati, con il massimo della passione e una competenza ormai riconosciuta.

Per me restare a Molfetta – prosegue Di Pinto – è stato semplice. Parliamo di una scelta affettiva, di cuore. Io qui mi sento in famiglia. C’era il desiderio di continuare, c’è grande sintonia con tutto l’ambiente. E mi piace la  voglia della società di fare le cose sempre con grande serietà. Ogni anno si mantiene a buoni livelli, facendo scelte intelligenti, senza strafare, ma con lungimiranza”.

Troppo presto per parlare di progetti e ambizioni, a ogni modo. “Siamo in fase di mercato – dice ancora – e stiamo valutando le strade da seguire. Per me di certo può essere una nuova sfida. Nella prossima stagione proveremo a tirar fuori il meglio possibile con l’aiuto dei tifosi. Il loro calore è conclamato e ha sempre aiutato la squadra”.

Di Pinto è esperto e scafato, sa bene quanto sia difficile replicare i risultati entusiasmanti delle ultime due stagioni. Ma la cosa non lo turba più di tanto. In carriera ne ha viste e fatte tante, e non teme l’idea di poter ripartire senza giocatori che hanno fatto la storia recente di Molfetta. Anche perché per lui le individualità possono ben poco senza il concetto di team.

Ricominceremo – dice a riguardo – dalla capacità di lavorare di squadra. Questo è un ambiente che deve avere un grande atteggiamento, condito da uno spiccato senso del lavoro e dell’organizzazione. Solo così si può porre ogni giocatore nelle condizioni di dare il 200% delle proprie possibilità”.

Di Pinto si rimbocca già le maniche insomma, come ha sempre fatto nella sua lunga carriera. E anche se  prematuro, dà un primo sguardo a ciò che succede intorno. “È presto – conclude – per fare valutazioni, ma sulla base delle prime indicazioni si ha la sensazione che sarà un campionato superiore qualitativamente rispetto all’ultimo. Le squadre forti si stanno potenziando ma anche le altre si rinforzano. A fine mercato ci sarà una prima analisi, ma una vera e propria idea si avrà solo dopo la prima parte del girone d’andata”.

Come dire, mancano mesi e mesi. Intanto la prima mattonella è stata posata. Vincenzo Di Pinto è pronto a una nuova magia alla guida dell’Exprivia.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet