Recupero Password
Molfetta, via Paniscotti: Legambiente per l'apertura del passaggio pedonale
19 ottobre 2012

MOLFETTA - Una manifestazione per sostenere l’apertura del passaggio pedonale pubblico sito in via Paniscotti. Il Circolo di Legambiente Molfetta ha organizzato per sabato 20 ottobre alle ore 18.30 una catena umana a partire dalla sede di via Paniscotti per sollecitare l’apertura di questo passaggio pedonale, interdetto al transito pubblico.
Una battaglia pubblica, che richiama anche alcuni atti amministrativi degli anni ’90, in particolare una concessione edilizia secondo cui «il nuovo corpo di fabbrica consentirebbe di utilizzare l’ampia corte risultante anche ad uso pubblico». Insomma, era chiaro l’uso dell’area come galleria pedonale fra via Paniscotti e corso Margherita di Savoia, senza che mai nei vari atti pubblici fosse modificata la sua destinazione d’uso.
Solo nel 1999 il Comune di Molfetta ha diffidato i proprietari dello stabile dall’osservare le prescrizioni del progetto di ristrutturazione, dunque dal consentire il transito pedonale nell’atrio del fabbricato, pena l’applicazione di alcune sanzioni. Un giallo amministrativo del Comune di Molfetta
 
© Riproduzione riservata
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
DEFINIZIONE DI LOBBY: 1 Gruppo di persone legate da interessi comuni e in grado di esercitare pressioni sul potere politico per ottenere provvedimenti a proprio favore, spec. in campo economico e finanziario: la l. dei banchieri 2 Salone centrale di una banca • a. 192 Definizione [modifica] Un gruppo di pressione (o gruppo d'interesse) è una struttura dotata di una organizzazione formale, identificabile e riconoscibile, basata sulla divisione funzionale dei compiti che agisce, in vista dell'affermazione dell'interesse particolare che ne ha causato la genesi, in modo da esercitare influenza sulle decisioni dei decisori pubblici, siano essi i rappresentanti del potere legislativo, dell'esecutivo, delle Authority e degli enti di controllo o della funzione di implementazione realizzata dalla PA. Il termine ha, nella lingua italiana, un sinonimo acquisito dalla tradizione anglosassone: lobby. Il termine lobby viene usato correntemente anche per indicare un certo numero di gruppi, organizzazioni, individui, legati tra loro dalla volontà di influenzare a favore dell'interesse rappresentando le istituzioni legislative, politiche ed amministrative chiamate ad individuare l'interesse generale e a legiferare in merito ad esso. In Europa questo processo si verifica presso la Commissione che ha sede a Bruxelles, e in misura minore presso il Parlamento, che ha sede a Strasburgo; negli Usa la pressione si esercita sul Congresso di Washington. Il fenomeno lobbistico si inquadra in un contesto de-ideologizzato, pertanto l'adesione o la presa di contatto con un gruppo di interesse non implica di per sé coincidenza a una generalizzata, o ideologica, visione del mondo ma si concretizza in un supporto a singole e specifiche negoziazioni con le istituzioni[1]. E, per finire, si è diffuso un improprio uso giornalistico del termine anche per indicare una manifestazione popolare, un corteo, dei comizi, l'uso di cartelli e striscioni con lo scopo di far pressione in supporto di (o contro) un preciso provvedimento legislativo (es.: la lobby contro la "poll-tax" istituita dal Primo Ministro conservatore Margaret Thatcher, che si è attivata in più riprese nell'arco dell'anno 1990/1991 in Gran Bretagna). Anche le varianti del termine lobby sono entrate a far parte della lingua italiana o, per lo meno, del linguaggio giornalistico italiano. Abbiamo quindi: "lobby", "lobbies", "lobbying", "lobbista", ecc.

QUESTA PROBLEMATICA ANALOGAMENTE LA DOVRANNO TENERE PRESENTE ANCHE I PROPRIETARI DI VIA MATILDE SERAO CHE IN 159 MANTENGONO UNA RETE STRADALE PRIVATA APERTA AL PUBBLICO NON CHIARAMENTE AD USO PUBBLICO NEL MOMENTO IN CUI SI APRIRA' IL COLLEGAMENTO CARROZZABILE SU VIA GRAZIA DELEDDA E PEDONABILE SU VIA SERAO CON VIA SIBILLA ALERANO E SONO NELLE CONDIZIONI DI ASSOLUTA INCERTEZZA IN MERITO ALLA POSSIBILITA' DI CHIUSURA AL LATO OVEST ED EST TRAMITE CANCELLIZZAZIONE DA INSTALLARE SU CONSENSO DEL COMUNE IN PROSPETTIVA DI UNA DELIBERA DI SECONDA ADOZIONE DEL COMPARTO URBANISTICO n.18 CHE CI SARA' IN CONSIGLIO COMUNALE LUNEDI' 22 OTTOBRE 2012 CHE DOVREBBE SANCIRE LA LIBERA PERCORRIBILITA' PUBBLICA E L'ONERE CONDOMINIALE SARA' PER TUTTI TRASFORMATO IN CONTRIBUTO ALLA PUBBLICA UTILITA' DI PASSAGGIO,DOPPIONE A TUTTI GLI EFFETTI DELLE CORRENTI TASSE CHE PAGHIAMO TUTTI POICHE' I POCHI FANATICI ESIBIZIONISTI DELLA DIZIONE PRIVATA SI SENTONO IN POTERE DI PENALIZZARE TUTTI COLORO CHE INTENDONO CEDERE AL COMUNE GRATUITAMENTE CON LA GARANZIA DELLA PERMANENZA NON CARROZZABILE DI VIA SERAO E PARCHEGGIO GRATUITO PER I 159 CHE ESIBISCONO IL CONTRASSEGNO ASSEGNATO,AUSPICHIAMO LA MIGLIORE SOLUZIONE PER TUTTI,LA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE INTRAPRESA ANNI ORSONO HA UNO SPIRITO NOBILE E NON E' DA DENUNCIA DI STALKING DI CHI VUOLE PRENDERE IN GIRO DOPO CHE NON HA MAI FATTO NULLA PER LA SOLUZIONE DELLA PROBLEMATICA CHE SI TRASCINA DA 36 ANNI,ED ORA INTENDE INTIMORIRE INUTILMENTE,AUGURI A CHI L'HA INTESA DEFINITIVAMENTE E SI SENTE DI FARE DA PASSAPAROLA CAPILLARE

Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet