Recupero Password
Molfetta, un docente della Dvorak con voglia di protagonismo?
19 luglio 2008

MOLFETTA - Cosa avrà spinto il docente della Scuola musicale “Dvorak”, Corrado Ferrareis, a inviare a “Quindici” e ad altri media, com'egli stesso ci ha dichiarato, la foto e la notizia di una aggressione subita all'interno della scuola Dvorak (foto), in piazza delle Erbe documentata da una denuncia presentata al sindaco (e regolarmente protocollata, vedi foto), ai vigili urbani e ai carabinieri? Un gruppo di ragazzi, secondo il professore, sarebbe penetrato nella scuola, avrebbe distrutto alcuni libri e compiuto altre azioni vandaliche. Ferrareis avrebbe reagito rimproverando e cacciando i ragazzi. Subito dopo alcune donne, madri degli stessi, si sarebbero recate nella scuola e avrebbero picchiato il docente, procurandogli ferite al naso. “Quindici” ha potuto verificare la notizia ascoltando anche la testimonianza del presidente della stessa scuola “Dvorak”, don Salvatore Pappagallo. Lo stesso sacerdote ci ha riferito che gli episodi di vandalismo si ripetevano da tempo e che erano stati regolarmente denunciati ai vigili urbani e ai carabinieri (questi ultimi, però, smentiscono di aver ricevuto denunce). Questi i fatti e le verifiche effettuate da Quindici che, dopo aver sentito i protagonisti e ricevuto immagini e documenti, ha ritenuto di renderli pubblici con i particolari descritti. Successivamente lo stesso Ferrareis avrebbe dichiarato ai carabinieri che la foto sarebbe stata scattata in un momento successivo e che il sangue al naso non sarebbe stato provocato dalle percosse ricevute, ma fuoruscito più tardi in seguito a un forte stato emotivo. Lo stesso docente avrebbe dichiarato ai carabinieri di aver spedito per posta la denuncia (finora non ancora pervenuta all'Arma). Ferrareis ci aveva chiesto di non pubblicare integralmente la lettera, ma solo di ricavare le notizie per l'articolo. Cosa che abbiamo fatto, rispettando la volontà del docente. Di fronte a questo suo passo indietro, siamo costretti a rendere pubblico il documento-denuncia (foto) a conferma della nostra correttezza professionale che i soliti avvoltoi vorrebbe mettere in dubbio. Cosa è avvenuto in realtà? Probabilmente il docente sarà stato colto da voglia di protagonismo, e avrebbe ingigantito un atto vandalico realmente accaduto mettendoci una bella cornice. Un comportamento che non esitiamo a definire scorretto sia nei confronti delle testate giornalistiche a cui si è rivolto, sia dell'opinione pubblica.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""


Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet