Recupero Password
Molfetta, misterioso cassone in via Caduti sul mare Continua il tour di Quindici tra i cantieri “enne enne”… “alla ricerca del cartello perduto”…
24 ottobre 2011

MOLFETTA - Via Caduti sul Mare, angolo Via San Francesco d’Assisi, spunta all’improvviso come un grosso fungo, un enorme cassone blu (nuovo di zecca!), parcheggiato manco fosse una normale utilitaria, in aderenza al marciapiede. Di chi è? A cosa serve? Che cosa contiene? Nessuna indicazione, nessuna recinzione, nessuna cautela per i pedoni. Ennesimo mistero nell’era della deregulation azzolliniana, che va dalla vendita del pomodoro ad ogni angolo, ai cantieri pubblici “anonimi”, fino ad arrivare ai container e alle gru piantate in pieno centro sulla testa dei passanti, anche queste senza indicazione alcuna.
Non sappiamo nulla di questa nuova scoperta, di questo enorme “scatolone metallico”, se non quello che abbiamo visto e documentato, un grosso container, appunto, ben piazzato per terra con “il favore” di tutto il suo tonnellaggio! Nolo a caldo, nolo a freddo, nolo tiepido, nolo congelato… non lo sappiamo, è preferibile “in materia” girare la domanda a qualche “esperto comunale” della materia… Ma a favore di chi è stato piantato per terra questo cassone? E per trasportare che cosa e dove? I due fusti pieni di inerti, che abbiamo rinvenuto da un lato del cassone (altra cosa misteriosa), ci fanno presagire che forse siamo incappati “nostro malgrado”… nell’ennesimo cantiere fantasma, quello senza cartello!

Sembra che in questa città si vada diffondendo il terrore dell’apposizione dei cartelli in cantieri pubblici e privati. Perché? E’ normale anche quest’ultima scoperta, quella del cassone “figlio di nessuno”? Sì, certo… come “è normale” l’enorme gru, visibile a miglia di distanza, sorta anch’essa all’improvviso (di notte?), su via Massimo d’Azeglio, con gancio e carichi sospesi, a oltre venti metri di altezza (quasi si stesse per costruire un palazzo a sei piani) sugli autobus delle linee urbane; sulle autovetture in percorrenza su quella strada; sui pedoni e bambini (ci sono scuole e asili nelle vicinanze) che continuano a passarci sotto nell’indifferenza generale.
E’ tutto legale? Sì, certo, come tutti gli altri cantieri edili, non meglio identificati, senza alcun cartello, che oramai non si contano più, da quello di Piazza Mentana, a quello della Piazzetta di C.so Fornari, a quello di via Scibinico (non meglio identificato pure quello, secondo quanto ci riferisce una nostra lettrice, con una enorme gru piantata sulla testa degli abitanti, “in attesa” forse di una forte tramontana…).
E gli “assessori siciliani”, quelli che “non hanno mai visto e sentito nulla” in merito a “qualche cosa” che non andava per il verso giusto nell’ufficio tecnico, non hanno nulla da dire in merito? Urbanistica e lavori Pubblici a Molfetta, sono ancora regolati dalla legge italiana, o dal diritto del “chi se ne frega”?
Nessuno controlla più i cantieri senza cartello; nessuno controlla le gru e i grossi container che vengono piazzati qua e là per le vie cittadine e sopra la testa dei passanti, senza alcuna recinzione, o chiusura delle strade interessate… in spregio di ogni norma sulla sicurezza. Nessuno in questa città vede e sente più nulla! Più che Parma, sembra l’omertà di qualche triste contrada siciliana di cinquanta anni fa! 
Noi di "Quindici" continueremo, nell'interesse dei cittadini e dell'opinione pubblica, a monitorare la città di giorno e di notte, per combattere l'omertà, a favore della trasparenza democratica.
 
© Riproduzione riservata 
Autore: Nicola Squeo
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""





Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet