Recupero Password
Molfetta, il Liceo Scientifico Osa "Montalcini" vince il concorso di coop estense “scuola, cooperazione & stampa 3d” Per una scuola inclusiva e laboratoriale la scuola molfettese sceglie l'ambito scientifico chimico con la progettazione e la produzione di modelli per la costruzione di molecole
05 dicembre 2015

MOLFETTA - Il Liceo scientifico OSA “Rita Levi Montalcini” di Molfetta è risultato uno dei 17 istituti vincitori del concorso “Scuola, Cooperazione & Stampa 3D - Fare innovazione a scuola e immaginare l’impresa di domani” riservato agli istituti di Istruzione Secondaria di Secondo Grado della regione Puglia e delle province di Matera, Modena e Ferrara indetto da COOP ESTENSE.

Il contest con il quale l’istituto molfettese si è aggiudicato uno dei 17 kit di stampanti 3D è stato elaborato dalla classe 5CL e dal prof. Nicola Poli ed aveva come tema lo slogan “Una scuola inclusiva e laboratoriale”.

“Si è pensato all’autoproduzione di oggetti” - spiega il prof. Nicola Poli – “per un utilizzo che consentano l’approfondimento laboratoriale anche ai disabili. Pertanto è stato scelto l’ambito scientifico chimico con la progettazione e la produzione di modelli per la costruzione di molecole”.

Un progetto di autoproduzione, esportabile in altre scuole, con componenti dotati di parti leggibili anche da studenti non vedenti o ipovedenti.

“L’idea non è stata pensata solo per la nostra tipologia d’istituto” – spiegano gli studenti della 5C – “ma è estendibile a tutti gli altri istituti in quanto potrebbe implementare la disponibilità dei modelli nei laboratori di chimica”

“Questo è l’aspetto positivo di questo progetto” – sottolinea il Dirigente Scolastico dell’I.I.S.S. “Galileo Ferraris” prof. Luigi Melpignano – “perché porterà delle economie nei bilanci scolastici e di questi tempi, come tale, rappresenterebbe una grande risorsa”

Ora il concorso entra nella fase conclusiva. Infatti la scuola riceverà la stampante 3D e una prima dotazione di materiale di produzione.

Seguirà una formazione tecnica sull’uso della stampante 3D, riservata ai docenti e agli studenti.

Entro il mese di aprile 2016 ci sarà un incontro pubblico dove verranno presentati i risultati ottenuti dalle 17 istituzioni scolastiche.

Entro maggio 2016 infine, verranno selezionati i progetti che potranno ricevere il supporto necessario alla concreta realizzazione di start up imprenditoriali capaci di coinvolgere direttamente gli studenti.

“Siamo solo agli inizi” – conclude il Dirigente Scolastico prof. Melpignano – “ma siamo fiduciosi sull’esito finale di questo ambizioso progetto”.

Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet